Il circuito di Misano ha ospitato i round 3 e 4 del Campionato Italiano Velocità, rattristato dal grave incidente a Simone Mazzola.

SUPERBIKE - Michele Pirro ha infilato la quarta vittoria di fila. Il pilota Ducati Barni Racing gommato Pirelli ha messo a segno la prime delle uniche due doppiette del weekend. Un'impresa difficile perché si il sabato si è corso sul bagnato e la domenica sull'asciutto. La classe regina, tra l'altro, ha visto due podi completamente fotocopia l'uno dell'altro, con Lorenzo Zanetti al secondo posto con la Ducati del team Motocorsa e con un ritrovato Matteo Baiocco al terzo posto con l'Aprilia del Tean Nuova M2 Racing, dopo essere passato da gomme Dunlop alle Pirelli. Da segnalare l'ottima performance di Eddi La Marra, in squadra con Zanetti, quinto in gara1 nonostante una scivolata. Peccato per la caduta che lo ha estromesso nelle prime fasi in gara2. Ritiro illustre anche per Roberto Tamburini, centrato da un altro pilota alla prima curva dopo il via in entrambe le gare.

MOTO3 - In gara1 sul bagnato primo trionfo nella categoria per Raffaele Fusco. Il pilota MTR Honda, che partendo dalla 10° posizione ha recuperato facendo segnare anche il best lap e distanziando i suoi avversari. Dietro di luibagarre e cambi di posizione con la doppietta per il Team Minimoto, che ha piazzato le Mahindra di Alex Fabbri e Carraro in seconda e terza posizione. Buon esordio per David Pizzoli: il pilota del Max Racing Team che sostituisce l’infortunato Delbianco ha chiuso quarto.

In gara2 vittoria per Kevin Zannoni. Il pilota KTM MF84 Pluston Althea, dopo una prima parte di gara non esaltante, ha cambiato passo, stampando il giro più veloce, prendendo margine e andando a vincere in sicurezza.Dietro Zannoni si è scatenata una durissima battaglia per la 2° posizione in casa Gresini Racing, con Groppi e Marcon che si sono autoeliminati all’ultima curva e sono caduti entrambi senza conseguenze, consegnando  la seconda posizione a Carraro e la terza a Fabbri. Zannoni conquista la vetta della classifica con 60 p. seguito da Spinelli a 57 p. con Sintoni terzo a 52 p.

SUPERSPORT - In gara1 prima vittoria per Lorenzo Gabellini. Il giovane pilota su Yamaha (Gas Racing Team) ha messo in mostra un buon potenziale, resistendo all’attacco finale del poleman Morrentino. Il pilota Renzi Corse si consola con la seconda posizione davanti a Ilario Dionisi. In gara2 Gabellini aveva sorpassato Dionisi a tre giri dalla fine, ma la bandiera rossa per la caduta di Cintio ha riportato la classifica al giro precedente, con Dionisi e la sua MV Agusta del team Elia Vannin vincenti davanti a Gabellini e a un ritrovato Davide Stirpe. Gabellini va al comando della classifica di campionato.

SUPERSPORT 300 - In gara1 vittoria per l'autore della pole position Marco Carusi. Il pilota GP Project Kawasaki, parte del progetto 3570 Talenti Azzurri FMI, ha condotto una gara in solitaria, imponendo il suo ritmo e andando a trionfare con un gran margine sugli avversari. Dietro di lui hanno chiuso il podio Francesco Pastore (CH4 by Bottega della Moto) e Luca Bernardi, entrambi su Yamaha. Una bagarre conclusa solo sotto al bandiera a scacchi.  

In gara2 a spuntarla al fotofinish è stato Luca Bernardi. Il pilota Yamaha è riuscito con un grande ultimo giro a battere Omar Bonoli. Il pilota KTM era però presente a Misano con una moto sperimentale e, di comune accordo con il team e l’organizzazione, era fuori classifica. La seconda posizione in classifica è andata quindi a Francesco Pastore (CH4 by Bottega della Moto Yamaha), che ha bissato il podio di ieri con Matteo Ceccarelli (E&E-LPM) al 3° posto e il quartetto di piloti che si sono dati battaglia fino all’ultimo nella massima correttezza. In classifica generale è Bernardi a guadagnare la vetta con 73 punti.

PREMOTO3 in gara1 nella 125 2T  Matteo Patacca che ha portato la Honda SIC58 al trionfo davanti a Matteo Bertelle (Team Minimoto Honda). A chiudere una grande giornata per il Team SIC58 c’è stato anche il 3° gradino del podio conquistato da Devis Bergamini.  In gara2 Matteo Patacca ha siglato la doppietta. L’alfiere SIC 58 su Honda ha trionfato anche nel 4° round. A transitare in seconda posizione in gara sotto la bandiera a scacchi era stato Nikolas Marfurt, poi squalificato per irregolarità tecnica. La piazza d’onore è andata quindi a Matteo Bertelle (Team Minimoto Honda) con Matteo Boncinelli (RMU) a chiudere il podio. Bertelle è il leader della classifica generale con 85 p. seguito da Patacca con 75 p. e Gennai a 49 p.

Nella 250 4T in gara1 è stato Thomas Brianti a trionfare. L’alfiere 2Wheels Polito ha conquistato la sua prima vittoria in questa stagione. Da segnalare le cadute di cadute di Bartolini (RMU VR46 Riders Academy) e Surra (VL Team Speed Up). Il Team RMU si rifà però con Lorenzo Bartalesi che ottiene la seconda posizione davanti a Fioravante Prisco, primo podio per lui con il VL Team Speed Up.

In gara2 vittoria per Pasquale Alfano. Il pilota Kuja Racing Beon ha dominato la gara, andando a vincere in solitaria. La 2° posizione è andata al pilota RMU VR46 Riders Academy Elia Bartolini che è riuscito a precedere Marco Gaggi (Beon), con la 4° posizione per Thomas Brianti (2Wheels Polito) resta però leader del Campionato.