È ufficiale: il campione italiano della Supersport Lorenzo Gabellini disputerà la stagione 2020 nel CIV Superbike, in sella alla Honda CBR 1000 RR-R SP con i colori del Team Althea.

La notizia è doppia: perché per la compagine guidata da Genesio Bevilacqua si tratta di un ritorno nel campionato italiano di velocità a distanza di tre anni.

Il Team Althea, dunque, raddoppia gli sforzi: all’impegno nel mondiale Superbike, dove sarà in pista con Takumi Takahashi e con un pilota ancora da identificare – che sarà presente verosimilmente soltanto a Jerez, come ci ha anticipato lo stesso Genesio Bevilacqua – ora ha deciso di affrontare anche la stagione nel campionato tricolore.

Il salto di qualità


Per Lorenzo Gabellini è una bella e nuova sfida, dopo una stagione 2019 da incorniciare, con 5 vittorie e 8 podi su 12 gare e un sesto posto nel round mondiale di Misano.

"Sono davvero contento di correre con il team Althea Racing, un team importante e che ha vinto molto, dove credo di poter fare il salto di qualità”, ha dichiarato Gabellini.

“Sono molto determinato perché dopo aver vinto il campionato 600 Supersport ero in cerca di una nuova sfida e adesso credo di averla trovata. La Superbike mi attira molto e non vedo l’ora di essere in gara sulla nuova Honda. Mi sto allenando tanto per essere pronto al meglio. Cercherò di meritarmi questa opportunità”, ha aggiunto Gabellini.

Mentre scriviamo, Lorenzo Gabellini è in pista a Magione e sta provando la moto della Casa Alata sotto l’occhio vigile di Genesio Bevilacqua.

Una nuova intuizione


“Diamo il benvenuto a Lorenzo e gli promettiamo che metteremo in campo tutta la nostra esperienza per farlo rendere al meglio”, ha detto Gemesio.

"La collaborazione con Lorenzo Gabelini è frutto di una nuova intuizione che può essere un'opportunità per il pilota ma anche per noi di Althea, che da anni cerchiamo di portare avanti una tradizione che guarda al futuro della Superbike”.

Anche Genesio è molto motivato con il rientro nel tricolore.

"Il ritorno di Althea al CIV in Superbike è motivo di stimolo per tutta la squadra che ha già molti impegni nel mondiale Superbike, ma che guarda sempre con interesse ai nuovi talenti. E' un'attenzione che negli anni ha sempre premiato con importanti successi, come nel caso di Davide Giugliano e Raffaele De Rosa”, ha concluso Bevilacqua.

Incidente stradale per Russo: salta la prima parte del CIV 2020