Il CIV si prepara per la ripartenza e BMW Motorrad Italia conferma che anche per il 2020 sarà attivo il progetto di supporto nazionale ai team e ai piloti impegnati nelle gare che si tengono in occasione di questo campionato in sella alle BMW S1000RR.

HP Race Support


Il progetto HP Race Support è nato nel 2016 e garantisce un supporto tecnico specializzato per i clienti e le strutture private che hanno scelto di affrontare i campionati nazionali in sella ad una S1000RR equipaggiata con i materiali ed i kit racing ufficiali di BMW Motorrad e dei suoi partner tecnici, come ad esempio Alpha-Racing.

Per questo è stata creata la BMW Motorrad Racing, una struttura operante sul territorio nazionale pronta a condividere l’esperienza maturata con le S1000RR ufficiali nel mondo Superbike e Superstock, fin dal debutto di questo vincente modello sugli scenari delle competizioni mondiali.

Questa struttura nasce dalla collaborazione tra BMW Motorrad Italia e Rox Racing Team di Rossano Innocenti, capotecnico motorista del Team SBK/STK di BMW Motorrad Italia dal 2010 al 2016, ed ha lo scopo di essere un valido punto di riferimento tecnico per i clienti impegnati nelle competizioni con le S1000RR.

Un supporto tecnico di alto livello


Quando BMW Motorrad decise di lasciare il campionato del mondo Superbike nella veste di team ufficiale per dedicarsi alla creazione di un supporto strutturato per i Clienti e Team privati abbiamo deciso di fornire anche in Italia un supporto tecnico di alto livello, affiancando l’attività della Motorsport di Monaco”, spiega Salvatore Nicola Nanni, General Manager di BMW Motorrad Italia.

“Le BMW S1000RR hanno affollato fin dal debutto le griglie di partenza dei campionati locali e quindi, in linea con la strategia centrale, abbiamo strutturato un progetto di servizio ufficiale che anche sui campi di gara distinguesse l’orientamento al cliente di BMW Motorrad”, aggiunge Nanni.

“La potenzialità della moto si è rivelata da subito e l’offerta di kit dedicati alle competizioni su circuito ha reso disponibile ai nostri clienti racing, Team e piloti privati, delle tecnologie fino a quel momento ad uso esclusivo delle massime categorie, come ad esempio il WSBK o la MotoGP: abbiamo quindi maturato la convinzione che un programma di supporto tecnico dedicato fosse fondamentale per orientare gli utenti in mezzo a tanta tecnologia, permettendo loro di sfruttarla al meglio e nel modo corretto.

“Mi piace ricordare che nella scorsa stagione attraverso questo progetto locale sono stati supportati 10 Team e 25 piloti che hanno partecipato alle gare delle diverse categorie previste dal calendario del CIV e che attraverso questa struttura riusciamo a fornire supporto tecnico anche al nostro amico Emiliano Malagoli che corre nel campionato dedicato ai disabili in sella a una S1000RR modificata per le sue specifiche esigenze”, conclude Salvatore Nicola Nanni.

Le informazioni sul programma locale HP Race Support di BMW Motorrad Italia si possono trovare sul sito ufficiale di BMW Motorrad Italia.

Stirpe: “Wild card mondiali al CIV? Sarebbe bello batterle ancora”