Parola d'ordine: "ripartenza". Con il Coronavirus che inizia la ritirata, si inizia a tornare alla normalità, il che significa a girare in sella a una moto. E in questi giorni di test e ritorni in pista, non poteva mancare il debutto dell'Aprilia RS 250 SP, la piccola belva nata per disputare il nuovo Campionato Italiano Sport Production.

In vista del debutto nella serie, rivolta ai piloti dagli 11 anni in su, la quarto di litro della Casa di Noale ha iniziato ad affilare gli artigli sul tracciato di Adria, nel corso di un test con il giovane pilota Tommaso Marcon.

La piccola sportiva, nata dalla collaborazione tra Aprilia e Ohvale, che ne ha curato lo sviluppo tecnico, ha come base di partenza il progetto di serie RS 125, declinato in ottica gara. Questo perché la RS 250 SP ha una missione ben precisa: offrire ai ragazzi l’opportunità di mettersi alla prova tra i cordoli, con la possibilità di sfidarsi in un campionato a loro dedicato.

Aprilia RS 250 SP: le caratteristiche


Nello sviluppo della moto, la parola d’ordine è stata massimizzare il rapporto peso/potenza - il motore è un monocilindrico 4T, 4 valvole, raffreddato a liquido da 249,2 cc, 28 CV a 9500 giri/min e 22 Nm a 7000 giri/min - attraverso l’utilizzo di componentistica pregiata e l’eliminazione di tutto il superfluo. Il risultato è stato uno snellimento generale di ben 35 Kg rispetto alla RS 125 (da cui la 250 deriva), per un totale di 105 Kg dichiarati sulla bilancia.

In vista di un utilizzo in circuito, oltre al motore, maggiorato nella cubatura rispetto ai 124 cc della RS stradale, sono state apportate diverse modifiche anche alla parte ciclistica. Si parte dal forcellone, che abbandona la struttura a bracci differenziati (con andamento a boomerang sul lato scarico) per un più semplice - e leggero - pezzo a sezione variabile in alluminio con accoppiato un monoammortizzatore Öhlins. All’anteriore lavora una forcella con steli da 40 mm USD regolabile e curata da Andreani nella parte idraulica. Non mancano lo scarico racing, marchiato SC-Project, ed i cerchi Marchesini da 17” con gomme Pirelli.

Il prezzo della Aprilia RS 250 SP è di 9.700 euro + IVA.

Aprilia RS 250 SP: la scheda tecnica


Motore

 

Aprilia Racing monocilindrico 4T, 4 valvole, raffreddato a liquido, con contralbero

Distribuzione

 

Doppio Albero a cammes (DOHC)

Alesaggio x Corsa

 

77 mm x 53,6 mm

Cilindrata

 

249,2 cc

Potenza

Coppia

 

28 HP (20,5 kW) a 9500 rpm

22 Nm a 7000 rpm

Avviamento

 

Elettrico

Cambio

 

6 rapporti

1° 32/14 (2,583)

2° 32/18 (1,800)

3° 33/22 (1,333)

4° 32/24 (1,100)

5° 34/28 (0,958)

6° 33/29 (0,880)

Trasmissione primaria

 

Ingranaggi - Rapporto trasmissione: 79/46 (2,909)

Trasmissione Finale

 

Catena 420 Racing - Rapporto trasmissione: 46/16 (2,875)

Frizione

 

FCC multidisco in bagno d'olio

Telaio

 

Perimetrale in alluminio

Sospensione anteriore

 

Forcella upside-down D. 40 mm - Piedini in alluminio ricavati dal pieno con cartuccia Andreani regolabile precarico/compressione/estensione - escursione ruota 110 mm

Sospensione posteriore

 

Forcellone in alluminio

Monoammortizzatore Ohlins regolabile precarico,

compressione/estensione/interasse - escursione ruota 110 mm

Freno anteriore

 

Pinza radiale monoblocco 4 pistoni Brembo M50 4 pistoncini D. 30 mm

Pompa radiale Brembo RCS 14x18/20 - tubo in treccia metallica

Disco freno flottante racing Brembo D. 300 mm - flangia in alluminio

Freno posteriore

 

Pinza Brembo 2 pistoncini D. 32mm

Pompa Brembo serbatoio integrato - tubo in treccia metallica

Disco D. 190 mm

Cerchi

 

Forgiati in lega d'alluminio Marchesini ant 2.50x17 post 3.50x17

Pneumatici

 

Pirelli Diablo Superbike ant 100/70-R17

                                          post 120/70-R17

Dimensioni

 

Lunghezza max: 1907 mm

Larghezza max: 640 mm

Interasse: 1315 mm

Altezza sella: 740 mm

Peso a secco

 

105 kg

Capacità serbatoio

 

8 litri

Copioli: “La Sport Production? Federmoto e Aprilia ci credono”