Lorenzo Gabellini è il campione in carica della Supersport 600, in una stagione 2019 vincente con la Yamaha Gomma Racing. Il pilota romagnolo ha voluto compiere il salto, passando in Superbike, categoria che affronta con la Honda CBR RR-R del team Althea, squadra che corre anche nel Mondiale.

La Fireblade destinata al Gabella sarà tutta nera - o, come dicono gli anglosassoni, "total black" - per una livera difficile da trovare nel mondo delle competizioni moderne: "Sì, si. La nosta CBR RR- R sarà completamente di color nero" conferma Moreno Coppola, team Coordinator Althea. 

A noi il nero piace (snellisce e, dopo la grassa quarantena, non è cosa da buttare via) e, oltretutto, rende grintosa ed aggressiva la motocicletta. Anche Lorenzo l'ha apprezzata: "Era la prima volta che andavo con una 1000 al Mugello - spiega - ed eravamo veloci, siamo andati forte. Penso che la nuova Honda sia una gran moto, ci ho girato poco, ma mi è piaciuta subito. Abbiamo lavorato per acquisire il maggior numero di dati sui quali lavorare, con il team mi sono trovato bene. Ci stiamo divertendo, arriveremo quasi pronti al primo round. Dico quasi, solo per il fatto che Ducati e Aprilia hanno più esperienza di noi; i team che corrono con la Panigale V4 R e RSV4 possono contare su un numero di riferimenti maggiore. Però la nostra Fireblade è molto buona, anche se per noi tutto è nuovo, abbiamo girato forte e siamo contenti".

Se la cavalcatura è tutta nera, il cavaliere è multicolor o, perlomeno, sfoggiante un look originale, perché è divisa in parte alta e bassa, con differenti tinte. Il nickname "Gabella" fa da padrone: "La nostra Honda sarà tutta nera invece, la mia tuta no. L'ho disegnata pensando a come poter essere diverso dagli altri piloti, ritengo che sia una figata, mi piace un sacco".

Scott Redding è pronto per la ripartenza del Mondiale SBK