La notizia era nell’aria e ora ha trovato piena conferma: il team Kawasaki Puccetti Racing riparte dal CIV, per arrivare in piena forma a Jerez, teatro, il primo weekend di agosto, della prima tappa post Covid-19 dei Mondiali Superbike e Supersport.

La compagine diretta da Manuel Puccetti disputerà secondo Round del Campionato Italiano Velocità, che si terrà il 25 e 26 luglio al Misano World Circuit Marco Simoncelli, schierando Xavi Fores in SBK, e i compagni Lucas Mahias e Philipp Ottl nella classe Supersport.

A Misano, lo spagnolo ritroverà la Ninja del Mondiale, mentre il duo Mahias/Ottl sarà al via della SSP 600 con due Kawasaki ZX-6R preparate secondo il regolamento del CIV.

Mondiale SBK e CIV: da Pirelli gomme uguali per tutti

Ritorno alle origini


La scelta di ripartire dal CIV è stata tutt’altro che casuale. Oltre a offrire l’occasione perfetta per mettersi alla prova con avversari di alto livello, prima della ripartenza del Mondiale, il Campionato Italiano, infatti, occupa un posto speciale nel cuore di Puccetti e della sua squadra.

Il Kawasaki Puccetti Racing ha mosso i suoi primi passi, nel 2007, proprio nel campionato tricolore in cui Manuel aveva corso da pilota nel 2000. Dolci ricordi per il team nel CIV, in cui vanta dieci stagioni complete da protagonista, condite da titolo di Campione Italiano conquistato da Stefano Cruciani nel 2013.

“Sono molto contento non solo di poter tornare a correre nel CIV - ha detto a riguardo Manuel Puccetti -, soprattutto perché questa nostra partecipazione rappresenta il nostro ritorno in pista dopo la lunga sosta forzata”.

Sarà emozionante tornare nel Campionato Italiano, che per tutti noi rappresenta un ambiente famigliare, dove siamo cresciuti e dove abbiamo scoperto, insieme alla FMI, piloti come Morbidelli, Nocco, Faccani e Rinaldi, oltre ad aver vinto il titolo Supersport con Cruciani - ha continuato -. La nostra partecipazione sarà un impegnativo allenamento in vista della prossima ripresa dei mondiali delle derivate. I nostri piloti non sono mai stati fermi e si sono allenati sia in palestra che in pista, dove Mahias e Ottl hanno utilizzato moto gemelle, fornite dal Team, di quelle che utilizzano nel mondiale, ma preparate in configurazione stock”.

Folgori: “CIV al via il 5 luglio? Serviva un atto di coraggio”