Ora che il peggio sembra finalmente alle spalle, si ritorna a correre. Questo fine settimana, sul circuito del Mugello, il CIV riaccende i motori per la prima tappa di questra strana stagione 2020.

Tra chi attende con ansia lo spegnersi dei semafori c'è anche il Team Pedercini, che schiera in Supersport 300 Nicola Bernabè, la giovane promessa che ha ben figurato nella due giorni di test svoltasi qualche settimana fa proprio sul tracciato toscano.

I più veloci dei test


Dopo la due giorni a Scarperia si respira un cauto ottimismo nel team diretto da Donato Pedercini. In quella che era nata come una presa di contatto tra la squadra e il suo nuovo pilota, finalizzata a prendere confidenza e lavorare assieme alla messa a punto della Kawasaki Ninja 400, infatti, sono arrivati segnali incoraggianti in vista del primo weekend di gare della stagione, con Bernabè che si è dimostrato il pilota più veloce della sua categoria.

Confermarsi in gara non sarà semplice, ma gli ingredienti per far bene sembrano esserci tutti. "Abbiamo provato con la moto che utilizzeremo il campionato e devo dire che sono molto soddisfatto sia delle prestazioni della mia Kawasaki, che del feeling che ho trovato con i tecnici del team Pedercini", ha affermato Nicola parlando dei test.

Il diciottenne vuole ripetere quanto di buono fatto nei test e quello toscano potrebbe essere proprio il tracciato giusto per riuscirci. "Il circuito del Mugello mi piace molto e sono contento che le prime due gare del CIV si corrano su questa pista - ha aggiunto il pilota -. Mi sono sempre tenuto in allenamento, e quindi sono pronto sia fisicamente che mentalmente a questo primo round del Campionato Italiano”.

ELF CIV 2020, piloti e team iscritti alle cinque classi

Dello stesso avviso anche Pedercini, soddisfatto dalle risposte date dalla due giorni di collaudi. “I test che abbiamo fatto al Mugello sono andati bene, soprattutto se consideriamo che erano i primi con Bernabè e che la moto ci era arrivata solo pochi giorni prima - ha detto Donato -. Al di là dei positivi riscontri cronometrici, siamo rimasti soddisfatti del lavoro svolto e di come Nicola si sia subito integrato al meglio con la nostra squadra. Dopo i test abbiamo continuato a lavorare sulla nostra Ninja 400, raffinandone ulteriormente la messa a punto. Ovviamente il nostro lavoro non si è concluso. Abbiamo una buona base di partenza, ma cercheremo di sfruttare al massimo le giornate di prova di giovedì e venerdì, per arrivare pronti a queste prime due gare del Mugello.

La Supersport 300, tuttavia, non sarà l'unica categoria che vedrà impegnato il Team Pedercini. La squadra sarà presente anche nel Pirelli National Trophy 1000, con Nicola Scagliarini e nel Pirelli National Trophy con il fratello Mattia.

CIV, Giacomo Mora: “La moto dev’essere come un tatuaggio”