A Magione si sono aperte le danze del Campionato Italiano Velocità Junior 2020 e tutti i piloti più giovani si sono sfidati nelle varie classi: la MiniGp 50, i monomarca Ohvale e il Campionato Italiano FMI Aprilia Sport Production.

Il format collaudato comincia al sabato pomeriggio con due turni di prove libere mentre domenica mattina si effettuano due sessioni di qualifiche per poi passare a gara uno e gara due per tutte le categorie. Il primo round CIV Junior ha ospitato anche il Trofeo Octo Cup destinato ai piloti disabili.

MiniGP 50


Tutto è iniziato con qualifiche serratissime e con Andrenacci che si è aggiudicato la pole ma i primi tre sono racchiusi in meno di due decimi, merito anche del monorotore che livella le prestazioni e fa emergere il talento del pilota.

Gara1: interrotta al nono giro con bandiera rossa, esposta a seguito della caduta di Giacomo Noto, la gara si è chiusa  con la classifica dell’ottavo giro, quindi con Mattia Romito che vince su Giulio Pugliese e Gionata Barbagallo rispettivamente secondo e terzo.

In gara 2 è rivincita per Giulio Pugliese che vince in volata su Romito. Terzo l’olandese Kiyano Veijer a oltre undici secondi dalla coppia di testa. Giulio Pugliese e Mattia Romito guidano la classifica di campionato a pari merito, a 45 punti, dove seguono Gionata Barbagallo e Kiyano Veijer con 29 e 25 punti.

Ohvale


Ohvale 110: la pole position porta il nome di Cristian Borrelli.

In gara 1 Riccardo Michielin si è portato subito davanti a tutti alternandosi al comando con il poleman Cristian Borrelli e Balducci Manfredi. Al traguardo i primi quattro sono racchiusi in 148 millesimi, vince Riccardo Michielin su Kevin Cancellieri secondo a soli 47 millesimi di secondo e Balducci Manfredi terzo.

Anche gara 2 è combattutissima con il poleman Cristian Borrelli che ha avuto la meglio su Riccardo Michielin per soli 12 millesimi, terzo Kevin Cancellieri.

In classifica generale, grazie a un primo e un secondo posto, Riccardo Michielin è primo con 45 punti davanti a Cristian Borrelli e Kevin Cancellieri rispettivamente con 38 e 36 punti.

Ohvale 160 e 190


Griglia unica per le due classi, con Valentino Scorsolio che ha ottenuto la pole position. In qualifica Matteo Marsili è stato il migliore tra le 160.

Il francese Valentino Scorsolio è scattato bene dalla prima casella della griglia di gara 1 e ha mantenuto la prima posizione fino alla fine vincendo davanti al fratello Nicolò Scorsolio. Terzo Giacomo Argenterio.
In gara 1 della 160 ha vinto Matteo Masili con oltre otto secondi di vantaggio su Luca Maria Casagrande Contardi. Terzo Gianmaria Ibidi a soli ottanta millesimi dal secondo. E Masili ha poi firmato la doppietta del fine settimana, davanti a Ibidi e Casagrande Contardi. Doppietta anche per Scorsoloio, nella 190 alle spalle del fratello Nicolò, terzo l’ungherese Kevin Farkas.

La classifica di campionato 190 vede i fratelli Scorsolio in prima e seconda posizione con 50 punti per Valentino e 40 per Nicolò. Terzo Giacomo Argenterio con 29 punti.

Matteo Masili guida la classifica della 160 con 50 punti seguito da Gianmaria Ibidi e Luca Maria Casagrande Contardi entrambi a 36 punti, Cristian Maiorani terzo con 26 punti.

 

Campionato Italiano FMI Aprilia Sport Production


Questo neonato campionato è un successo testimoniato anche dagli eccellenti coach arrivati per aiutare i giovani rider. Sabato è stato il turno di Lorenzo Savadori, leader nella classifica Superbike del Campionato Italiano Velocità e collaudatore MotoGP mentre domenica è arrivato il pilota MotoGP Andrea Iannone.

Griglia unica per le due categorie destinate al monomorca Aprilia RS250 SP: classe Next Generation destinata ai piloti di età compresa tra gli undici e i quattordici anni, e classe Challenge per i piloti da quindici anni in su.

In qualifica ha ottenuto la pole position Daniel Da Lio che ha vinto entrambe le gare nella classe Challenge. Secondo e terzo posto fotocopia sia in gara 1 che in gara 2 con Nicola Plazzi secondo e Samuel Treccani terzo.

Nella Next Generation doppietta per Christian Pucci che è arrivato al monomarca Aprilia dopo aver militato nel monomarca Ohvale. In gara 1 Christian è seguito da Mattia Bosello a soli 150 millesimi di secondo con Lorenzo Frasca terzo a quasi quattro decimi. Leonardo Abruzzo arriva secondo in gara 2 dietro a Pucci, terzo Mattia Bosello. I tre sono arrivati in volata in meno di 165 millesimi di secondo.

Daniel Da Lio e Christian Pucci guidano quindi le due classifiche di campionato Challenge e Next Generation entrambi con cinquanta punti. Nicola Plazzi e Samuel Treccani seguono Da Lio nella Challenge rispettivamente con quaranta e trentadue punti in classifica. Mattia Bosello e Leonardo Abruzzo sono in seconda e terza posizione nella Next Generation con trentasei e trentuno punti.

Trofeo OCTO Cup


Special guest del week end è stata la Octo Cup che nella classe 1000 ha messo sei diverse case motociclistiche nei primi sei posti. Emiliano Malagoli ha vinto in sella alla sua BMW dopo aver centrato la pole position. Lorenzo Picasso è secondo su Honda e Alex Innocenti è terzo su Ducati. Dietro di loro Maurizio Castelli, Jacopo Gullà e Massimo Bacci rispettivamente quarto, quinto e sesto in sella alle loro Yamaha, Aprilia e Kawasaki.

Samuele Bertolasio è stato il più veloce in qualifica nella categoria 600 ed anche il vincitore in gara con la sua Kawasaki. Lo seguono Maximilian Sontacchi secondo al traguardo e Corrado Cristiano Caruso terzo.

Il prossimo round del Campionato Italiano Velocità Junior è in programma tra solo due settimane nel weekend dell’ 1 e 2 agosto a Ortona.