Quarantatre lunghissimi giorni dall'incidente patito al Mugello, Arianna Barale rientra a casa, a seguito di una degenza nell'ospedale di Firenze che l'aveva accolta in gravi condizioni ed in pericolo di vita.

Nonostante sia ancora da rifinire la guarigione alle ben tre fratture rimediate al bacino, la bellissima notizia è che - finalmente - la giovanissima ragazza piemontese ha intrapreso una strada in discesa, che la sta portando nella giusta direzione: il ripristino della propria forma fisica.

Con un po’ di pazienza, Arianna tornerà più forte di prima, infatti la Barale vuole al più presto saltare su una motocicletta ma, soprattutto, desidera andare a girare in pista, luogo in debito di fortuna nei suoi confronti.

Il pensiero di ritornare più forte e motivata di prima la ha aiutata a mantenere alto il morale in questi difficili giorni. L'indagine per chiarire la causa dell incendente è tuttora in corso, però, la cosa importante ora è che Arianna stia migliorando: "Vogliamo ringraziare la clinica mobile nella persona del mitico Dottor Claudio Costa per l'interessamento e l'mpegno profusi nel portare Arianna verso la guarigione" le parole dell'onnipresente papà Alberto che, malgrado non riportasse le stesse ferite della figlia, ha lottato a pari impegno, tenendola sempre per mano.

A questo punto, siamo tutti più contenti e... Complimenti Arianna, ti aspettiamo più forte e veloce che mai!

Dalla MotoGP alla FMI: tutto il calore per Arianna Barale