Splende il sole sul circuito del Santerno, teatro del penultimo Round del CIV 2020, dove Kevin Zannoni andrà a caccia del primo match point, per laurearsi Campione già qui a Imola.

Una tappa importante non solo per l'alfiere del Junior Team Total Gresini, ma anche per gli altri protagonisti del Campionato Italiano Velocità, che tenteranno di mantenere i giochi il più aperti possibile.

Classe per classe, vediamo come è andata questa prima giornata all'Enzo e Dino Ferrari, dove si sono disputate Libere e Q1.

Moto 3


Per vincere il titolo già questo fine settimana, Kevin Zannoni (Junior Team Total Gresini) dovrà sudare e non poco. Gli avversari sono agguerriti e lo hanno dimostrato già nelle prove libere, dove il rider #111 si è dovuto accontentare della terza piazza, alle spalle di Vicente Perez Selfa (RGR TM Racing Factory Team) e Alberto Surra (Team Minimoto), rispettivamente, primo e secondo della sessione.

Risultato confermato nel pomeriggio, quando lo spagnolo, unico a sfondare il muro dell'1'58" - con il crono di 1'57"862 - ha rimesso le ruote della sua TM davanti a quelle di Surra, secondo a poco più di 4 decimi. A prendersi la terza posizione nella Qualifica 1, ci ha pensato invece Elia Bartolini (RMU VR46 Riders Academy), che ha preceduto Andrea Giombini e il leader della classifica, quinto a 1"131 da Perez Selfa. 

Superbike


La rimonta chiama, il Team Barni risponde, ma ad alzare la cornetta non è il pilota che ti aspetti. A dettare il passo sia nelle libere che nella prima qualifica, infatti, è stato Samuele Cavalieri, subito a suo agio sul tracciato posto sulle rive del Santerno. Terzo al mattino alle spalle di Lorenzo Zanetti (Broncos Racing Team) - appena rientrato dalla sostituzione di Patrick Jacobsen nel MotoAmerica -, al pomeriggio, Lorenzo Savadori si è fermato a 128 millesimi dalla Ducati #76, dividendo con la sua Aprilia le due Rosse del Team Barni.

Nonostante una caduta alla Variante Alta, infatti, Michele Pirro ha concluso in terza posizione, a 182 millesimi dal leader della classifica, precedendo Zanetti e Alessandro Delbianco (DMR Racing). Un risultato che dovrà cercare di migliorare nella giornata di domani, per non rischiare di restare tagliato fuori dalla corsa per il titolo.

CIV, Savadori: “MotoGP o SBK? L'importante è che possa dare il 100%”

SS600


Comincia nel migliore dei modi il weekend al Santerno del leader della classifica Luca Bernardi (Gomma Racing Yamaha), che dopo aver chiuso al primo posto le Libere si ripete in Q1, prendendosi la pole provvisoria davanti a Marco Bussolotti e Davide Stirpe (Extreme Racing Bardhal MV Agusta) che, mira a cancellare il difficile weekend di Misano. Completano la Top 5 Roberto Mercandelli (Sc.Improve Firenze Motor) e Luca Ottaviani

SS300


Comicia bene anche il fine settimana di Manuel Bastianelli (Cm Racing), che apre una prima fila provvisoria tutta Kawasaki, rifilando 5 decimi a Emanuele Vocino (GradaraCorse PZracing), secondo con il crono di 2’08.032. Terzo, a oltre 2 decimi, il team mate Francesco Prioli, che ha preceduto il leader della classifica Nicola Settimo (Prodina Ircos Team Kawasaki), e Giacomo Mora (Junior Team AG Yamaha Pata).

PreMoto3


Liguori-Pini-Boggio, Liguori-Boggio-Pini: cambia la sessione, ma in PreMoto3 non cambiano i protagonisti. A dettare il passo in entrambi turni è stato infatti il rider Team Pasini Racing, che punta a riscattarsi (e a riprendersi la vetta) dopo il difficile Round di Misano, prendendosi la pole provvisoria per la gara di domani. Alle sue spalle, a fine giornata, Edoardo Michele Boggio, che è riuscito a scavalcare Guido Pini, prendendosi la seconda posizione della Q1. Completano la Top 5 pomeridiana Demis Mihaila e Leonardo Zanni.

CIV, Folgori: “Vallelunga a porte aperte? Perché no?!”