Al termine di una rocambolesca Gara 2 del CIV Moto3 sul circuito di Vallelunga, Kevin Zannoni ha conquistato il titolo italiano di categoria per la seconda volta in carriera, a due anni di distanza dalla prima affermazione. Il pilota del Junior Team Gresini punta ora ad un'occasione nel mondiale per il 2021.

Hai corso nonostante la brutta caduta di venerdì. Come ti senti fisicamente?

"Dal punto di vista fisico non benissimo, la mano fa male. Durante la gara si sentiva il dolore e faticavo a guidare, ma ora sono così felice da non sentire quasi nulla. Voglio ringraziare Lorena Sangiorgi che mi ha curato per farmi correre e tutta la squadra della fisioterapia che mi ha dato una grossa mano questo weekend".

Quanto è stato difficile recuperare dall'ultima posizione in griglia?

"E' stato difficilissimo, perchè anche se fai una bella partenza poi ti ritrovi in mezzo al gruppo e farsi strada non è assolutamente semplice. Inoltre i primi avevano un passo gara davvero molto veloce e riprenderli sarebbe stata un'impresa quasi impossibile. Avevo paura di non farcela, ma non ho mai smesso di crederci".

Che cosa hai pensato quando hai visto Surra e Perez Selfa nella via di fuga all'ultima curva?

"Non ci potevo credere, pensavo di sognare. In una sola curva sono passato dall'aver perso tutto ad essere campione. Dopo tanta sfortuna tra Imola e l'inizio di questo fine settimana, ho finalmente avuto un pizzico di fortuna. Chiaramente, però, mi dispiace per gli avversari che sono stati velocissimi".

Per te si tratta del secondo titolo in Moto3. Meglio il primo o questo?

"E' difficile scegliere. Il primo, in quanto tale, è stato stupendo, ma questo è stata la riconferma che cercavo. Forse, essendo stato un anno molto difficile, questo è il titolo più bello tra i due. Non ne sono sicuro, ma so di essere davvero felice in questo momento".

Quali sono ora i tuoi piani in vista del 2021?

"Ancora non ho nulla di definito. A me piacerebbe molto passare al mondiale Moto3, anche se so che non sarà facile. Presto valuterò tutte le opzioni disponibili".

CIV Vallelunga, la FMI risponde a Barni: “Decisione ingiustificata”