È bastato un podio in gara 2 a Vallelunga a Luca Bernardi per conquistare il titolo italiano della Supersport 600 in sella alla Yamaha R6 del Gomma Racing. Per lui si tratta del secondo titolo tricolore dopo quello del 2017 in Supersport 300. Il giovane sammarinese punta ora ad un 2021 da protagonista nel mondiale, dove è sicuro di poter essere competitivo.

Sei soddisfatto di quest'ultimo round?

"Sono soddisfatto per il titolo, ma della gara non tantissimo, perchè non sono riuscito a vincere. Per quanto possibile, ho corso cercando di gestire la situazione e non commettere errori per poter portare a casa il campionato, che era l'obiettivo più importante per noi".

Durante la gara sentivi la pressione del titolo?

"Non troppa. Ero teso, ma anche molto sicuro di me, perchè so che a Vallelunga riesco ad andare forte e non mi mancava nulla rispetto agli altri. Sapevo di dover stare tranquillo e non prendere rischi durante la bagarre con gli altri piloti".

Come ti sei trovato con il team Gomma Racing?

"Mi sono trovato davvero bene. Sono bravissimi e molto professionali, lavorano tanto, danno sempre il massimo e hanno fatto di tutto durante l'anno per permettermi di essere veloce. E' una grande squadra".

Stai già pensando ai piani per la prossima stagione?

"Durante la gara pensavo soltanto a chiudere il campionato nel migliore dei modi, ma ora la testa è già al 2021. L'obiettivo è di passare al mondiale Supersport e andare forte anche lì. Spero che i vari team mi notino e che i miei sponsor mi diano una mano per riuscirci".

A Misano, Mahias ti ha fatto i complimenti dicendo che meriti il mondiale. Cosa hai pensato quando hai sentito quelle parole?

"Ero felice ed emozionato per quelle parole. Se lo dice un campione del mondo, credo che sia vero e penso di essere ormai pronto al salto nel mondiale".

Esclusiva, Zannoni: “Felicissimo per il titolo. Nel 2021 vorrei correre nel mondiale”