Giusto il tempo di premiare i bravi vincitori 2020 (Savadori, BernardiZannoni, Bastianelli e Lolli e e già si pensa - giustamente - all’anno venturo: Federmoto  lavora per allestire ed organizzare un 2021 all’altezza delle grandi aspettative richieste.

Il Campionato Italiano Velocità cresce di anno in anno in termini di seguito e credibilità, con relative esigenze di sponsor, partner, piloti, team e tifosi. Ecco arrivate dalla federazione le prime novità per un ELF CIV ancora più ricco ed interessante.

Sei round da Misano a Vallelunga: italiani su circuiti mondiali


Le ostilità (sportive) partiranno a Misano ed il format sarà il classico e soddisfacente “due per weekend”, ovvero, doppia manche in ogni fine settimana di corse. Naturalmente, il discorso è valido per tutti le classi dell’ELF CIV, sicché, PreMoto3, Supersport 300, Moto3, Supersport 600 e Superbike ci faranno vivere le solite emozioni doppie.

Il divertimento mica finirà al Marco Simoncelli, anzi. Dopo arriverà il Mugello, si andrà ad Imola, ci si ripeterà a Misano, vivremo un Mugello Due e... gran finale a Vallelunga, in quel di Campagnano. Le date precise e l’ordine di ogni singolo evento verranno comunicate a breve.

Centralina Motec, per una Superbike più livellata


Già annunciato nel 2019 e partito quest’anno, il progetto riguardante l’unità MoTec è in pieno anno e, nel 2021, la centralina elettronica usata nel British Superbike e in futuro dal MotoAmerica diverrà per ogni team una scelta obbligata.

Obbligatoria, ma non imposta, intendiamoci: il sistema fornito dall’azienda Aviorace è valido, fornisce parametri e strategie di controllo volte al livellamento delle varie moto iscritte, serve pure per ridurre il numero di incidenti. Abbiamo detto che non sia una azione imposta, poiché Federmoto ha discusso coi team questo passaggio, rivelatosi utile e necessario nel particolare periodo economico che stiamo attraversando. Le squadre che affronteranno una esigua spesa iniziale per cambiare centralina, avranno vantaggi garantiti nel tempo, con un ammortamento dei costi e più possibilità di risultare competitivi.

La Moto3 conferma l’affiancamento del motore 450 Geo Tecnology


Come sappiamo, la Moto3 fa parte delle classi che devono lanciare futuri campioni. Molto bene. Essendo questi ragazzi molto giovani e numerosi, considerando i costi tradizionali di una monocilindrica 250 quattro tempi preparata per la categoria, Federmoto ha avuto una bella idea.

Nel 2019 con la BeOn i primi positivi riscontri: derivato da un propulsore 450 da cross e dotato di cambio a cinque marce, Omar Bonoli ha confermato quando l’iniziativa fosse buona. Quest’anno, un ulteriore passo avanti, evidenziato da più team che hanno usato il motore fornito da Geo Tecnology e sottilineato dai podi di Imola con Andrea Giombini (telaio Honda) e l'ultimo di Adrian Fernandez con la BeOn a Vallelunga. Nel 2021 la conferma del progetto, volto per abbassare costi di esercizio, manutenzione e affidabilità. Oltretutto, chi usa il 450 - montato in un telaio a scelta - può allenarsi come e dove vuole, dato che le emissioni acustiche dell’impianto di scarico sono rientrati i limiti concessi da autodromo e kartodromi.

Per quanto corcerne la PreMoto (recordi di iscrizioni già ritoccato più volte) Yamaha ha confermato la fornitura di motori dedicati alla classe. Pure in questo caso, la fornitura è unica e il budget richiesto è davvero interessante, perché non di dimensioni stellari.

La soddisfazione di Simone Folgori


Un 2020 difficile non ha fermato Simone ed il suo abile staff. Anzi. Folgori e i ragazzi di Federmoto continuano il proprio operato, per garantire sempre situazioni migliori:Questo complicato anno non ci ha impedito di organizzare una bella stagione e di preparare la prossima - le sue parole - infatti, il lavoro con Team ed Aziende è stato proficuo e va avanti passo dopo passo. Avremo quindi ancora sei round con doppia manche per evento ed altre novità che lanceremo presto. La centralina unica in Superbike è un progetto pluriennale, ci crediamo molto, e rilancerà la categoria in tempi brevi. Per Moto3 e PreMoto3, la conferma delle motorizzazioni 450 e Yamaha ci assicurano quanto e come i giovani potranno esprimere il proprio valore”.

Chi la spunterà nella MotoGP di Teruel? Mir, Quartararo o...