Manuel Bastianelli si è laureato campione italiano in Supersport 300 per la seconda volta in carriera, bissando il trionfo del 2018. Nonostante non sia arrivata la vittoria in gara, il 20enne romano si è detto estremamente soddisfatto della stagione appena andata in archivio, con un occhio già al 2021.

Com'è stata questa grande stagione in Supersport 300?

Inizialmente è stata complicata visto che, a causa del Covid, non sapevo quando e se avrei iniziato a gareggiare. Fortunatamente poi Alessio Cavalieri di CM Racing mi ha dato l'opportunità di partecipare nel CIV ed è diventata una bellissima stagione culminata con il titolo. Mi sarebbe piaciuto correre nuovamente nel mondiale, ma sono contento di com'è andata. Ho corso in una squadra giovane, ma siamo cresciuti insieme durante l'anno.”

"Abbiamo fatto della costanza il nostro punto di forza"


C'è un po' di rammarico – nonostante la conquista del titolo – per non aver vinto gare?

Sì, mi dispiace non essere riuscito a vincere gare, ma ad inizio anno non eravamo così competitivi e, alla fine, siamo riusciti a fare della costanza il nostro punto di forza salendo spesso sul podio. Non è stato semplice, perchè nella 300 c'è sempre un bel gruppo in lotta per le posizioni di vertice.”

Com'è andato l'ultimo weekend a Vallelunga?

Molto bene vista la vittoria del titolo italiano, ma non nascondo un po' di rammarico per non essere salito sul gradino più alto del podio, perchè qui eravamo davvero competitivi ed avevamo effettuato anche dei test la settimana precedente. Alla fine, però, va benissimo così.”

Per te si tratta del secondo titolo nella categoria. Qual è stato il più bello?

Il primo è sempre il primo, è impossibile dimenticare le emozioni che mi ha dato. Anche questo è stato bello, perchè sapevo di potermi riconfermare, ma quello del 2018 con Prodina Ircos non si batte, dal punto di vista emotivo. Quest'anno è stato bello lottare proprio contro di loro, perchè ho dimostrato di essere un vincente con diverse squadre in questa categoria.”

Conosci già i tuoi piani per il 2021?

L'anno prossimo, probabilmente, avverrà il salto in Supersport 600, restando sempre nel contesto del Campionato Italiano Velocità. Non è ancora sicuro, ma spero di restare nel CM Racing eperchè mi trovo bene con loro. Dobbiamo ancora decidere con quale moto, perchè con MV la squadra ha riscontrato qualche problema con Kevin Manfredi in sella. Magari su una Yamaha o una Kawasaki l'esordio potrebbe essere più semplice.”

CIV Lolli, "l'Alzamora" della Premoto3: “Niente vittoria? Il titolo è più importante”