Luca Vitali ed il team Guandalini si dicono addio. Ad ufficializzarlo è proprio il pilota romagnolo sui propri profili social, sui quali non sono nemmeno mancati i sentiti ringraziamenti alla squadra, con la quale Luca ha ottenuto la quarta posizione finale nel CIV Superbike 2020, grazie soprattutto ai due podi ottenuti a Misano e Vallelunga.

“Ci tengo a ringraziare il team - scrive Luca - che quest'anno mi ha dato la miglior moto possibile per provare a lottare con chi la fa da padrone nel campionato italiano. Peccato che la sfortuna si sia messa di mezzo: senza qualche errorino commesso per disattenzioni il 2° posto finale in campionato sarebbe stato alla portata. Io mi sono divertito e spero di aver fatto divertire anche chi in questi anni mi ha seguito”.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da LUCA VITALI (@lucavit70)

"La crisi ha spinto il team a prendere un'altra strada, spero di aver lasciato un bel ricordo"


Luca, cosa ha portato alla scissione tra te ed il team?

“Purtroppo conosciamo tutti le conseguenze negative che il Covid ha avuto e continua ad avere sull’economia, e questo ovviamente riguarda anche le squadre. L’idea sia mia che del team Guandalini era di continuare insieme, specie dopo l’ottima stagione scorsa, ma la situazione attuale ha convinto Mirco a prendere una strada diversa. Ho apprezzato la sua sincerità e trasparenza: non era possibile avere una moto sullo stesso livello del 2020, così abbiamo deciso di non proseguire insieme”.

Un peccato, visto la bellissima stagione vissuta insieme.

“Assolutamente, tempi e risultati alla mano è stata una grande stagione. Meritavamo un posto tra i primi tre della classifica generale, ma purtroppo il problema con la benzina di Misano (occorso all’ultimo giro mentre Luca era in lotta per la seconda posizione ndr) e quello in griglia ad Imola (con conseguente squalifica ndr) ci sono costati tanti punti. Aldilà di ciò il team è stata una piacevole sorpresa, spero di aver lasciato un buon ricordo”.

Hai già un’idea chiara del tuo 2021?

“Non posso dire molto perché non ho ancora firmato, ma sono molto vicino a chiudere un accordo ed a breve comunicherò tutto. Sono molto carico se penso alla prossima stagione, voglio replicare o migliorare i risultati ottenuti nel 2020”.

National Trophy: Saltarelli e Castellarin tra i primi piloti confermati nella 1000