Maschietti della PreMoto3 mettetevi in guardia! Quest’anno dovrete difendervi dagli attacchi di una giovanissima Promessa Italiana, che debutterà nel Campionato Italiano Velocità con la voglia di battere tutti, ragazzi o ragazze che siano. Lei si chiama Josephine Bruno, dodicenne varesina. La pilota sarà schierata dal team MRT Corse, formazione con base a Fidenza, cittadina della provincia di Parma.

A condurre il progetto è Alessandro Antonini, che spiega come sia stato allestito il programma:La squadra è nata per aiutare dal punto di vista organizzativo l’officina 2R moto di Fiorenzuole d’Arda, che produce pit bike e MiniGP. Nel 2016 iniziammo insieme nei campionati a 12 pollici quali Italian Cup e MiniGP, più avanti abbiamo partecipato al Moto Estate portando in gara le 600. Dal 2018 al 2020 sono state affrontate anche Coppa Italia e Moto Estate”.

Alessandro ricopre un ruolo dirigenziale: “Sì, diciamo così (ride) io sono il Presidente dell’Associazione Sportiva e team manager. Chi seguirà la parte tecnica della nostra Phantom con propulsore 250 è Riccardo Ricorda di 2R Moto. La sezione elettronica sarà seguita da Erika Serafini. Sarà il primo anno per noi nel Campionato Italiano Velocità, la soddisfazione di esserci è pari all’impegno infuso da tutti. So che ognuno di noi darà il massimo, pilota incluso”.

Obiettivo: mettere i rivali alle corde. Proprio come fa Thomas Brianti


Pilota molto giovane e dai capelli lunghi: “Giovanissima, molto brava e promettente. Il suo soprannome è Joy, e le calza alla perfezione, perché quando è in moto esprime gioia e divertimento. Per lei si tratterà dell’esordio in competizioni caratterizzate da ruote di misura 17 pollici. Nel 2019 Joy ha vinto, correndo con le pari sesso. Però, nel 2020 è stata in grado di far meglio di tanti ragazzi, lasciandosi alle spalle ben 25 avversari di sesso maschile, giungendo seconda. Adesso si sente pronta alla PreMoto e non vede l’ora di cominciare”.

La PreMoto3 è un vero ring. I duelli in pista sono simili ad incontri di pugilato - decisi ma corretti - durante i quali i colpi si danno e ricevono dal primo all’ultimo giro. Antonini sa già che Joy si farà rispettare:Eccome se lo farà! La sua determinazione, il suo carattere, mi ricordano un po’ il Thomas Brianti prima maniera. Lui era grintoso, arrembante. Prima di divenire con ProDina Kawasaki campione italiano della Supersport 300 e poi pilota Mondiale, numero 48 mostrava il suo carattere. Giustamente. Adesso abbiamo Joy, pronta a fare altrettanto bene. Per noi Josephine è la bimba del gruppo, anche se dimostra di essere già matura. Proprio come faceva Thomas”.

Nicky Hayden sempre più leggenda ed inserito nella Hall of Fame del Motosport USA