Da quattro cilindri in linea a... quattro cilindri in linea. Però, cambia la Casa costruttrice rappresentata: il DmR Racing passa da BMW a Honda, confermando il progetto relativo al Campionato Italiano Velocità, che la squadra trevigiana affronterà con Alessandro Delbianco, già in azione con gli stessi colori lo scorso anno, affiancato da un altro Alessandro.

È Andreozzi, visto nel 2020 con la Ducati ZPM Racing. Il romagnolo ed il marchigiano - rispettivamente 24 e 30 anni ancora da compiere - rappresentano un duo d'assalto al tricolore, che vedrà l'introduzione della gestione elettronica MoTec, che dovrà equipaggiare tutte le moto presenti in griglia.

Walter Durigon, manager della formazione Superbike, spiega quanto sia grande l'impegno per esserci: "Malgrado le difficoltà dettate dal difficile 2020, siamo reduci da un buon campionato nel quale abbiamo colto importanti risultati. Puntiamo ancora su Delbianco, con noi sul podio in tre occasioni. Inoltre, accogliamo Andreozzi, esperto e tecnico, che ci aiuterà nello sviluppo le nuove moto di questa stagione".

Presenze e punti iridati


In una stagione completa, la 2019. Delbianco ha totalizzato 29 punti, maturando anche una ottima esperienza internazionale. Alessandro è pronto per il CIV 2021: "Sono felicissimo - le sue parole - essere ancora un pilota DmR Racing mi carica di entusiasmo, elemento con il quale tutti noi affronteremo questa stagione. L'anno scorso ho avuta una esperienza davvero positiva e ricca di soddisfazioni, adesso partiamo con Honda, già guidata nel Mondiale. Non vedo l'ora di cominciare"

Andreozzi, conta presenze mondiali in Moto2, Supersport e SBK. In quest'ultima serie, Alessandro ha conquistato 37 punti. Questo è un valore aggiunto: "Questa nuova avventura mi rende contento - il suo entusiasmo - perché il progetto DmR è ambizioso, nel quale svilupperemo la CBR. Sarà, come sempre, una lotta per le migliori posizioni e spero di essere là davanti. Sono carico e determinato, non vedo l'ora di partire".

Di Giannantonio ne è certo: "Posso lottare e vincere in Moto2"