Non vediamo davvero l'ora che inizi il Campionato Italiano Velocità che, quest'anno più che mai, sarà capace di offrire emozioni e spettacolo da tutte le classi che compongono il programma di gare 2021. Il primo dei sei round stagionali è previsto ad aprile, nella metà del mese primaverile.

Teatro della sfida, il circuito del Mugello, uno dei maggiori vanti nostrani in tema di motosport. Il tracciato toscano è uno dei pochi impianti mondiali ad aver ospitato, nella sua storia, SBK, MotoGP e Formula 1. Oltretutto, rimane un probante banco prova per tecnici e piloti.

E poi, le gare dell'ELF CIV sono sempre combattutte. Niente è come una corsa in cui siano asseganti punti e consegnati trofei. Ecco perché il Mugello è messo nel mirino da formazioni iridate, papabili e attratte da una possibile wild card tricolore. L'anno scorso è stato Andrea Locatelli con il team Evan Bros a schierarsi nella Supersport 600.

Team Puccetti Kawasaki al completo a Misano 2020 e atteso al Mugello


 

Poi, nella seconda tappa stagionale, abbiamo visto un piacevole ritorno in Italia. Il team Puccetti Kawasaki ha partecipato all'evento di Misano Adriatico, portando in gara le sue Ninja. Nella Supersport, i titolari Lucas Mahias e Phillip Oettl si sono misurati in sella alle ZX-6R.

In Superbike, Xavi Fores ha gareggiato con la Ninja 1000. Indipendentemente da risulati colti, la formazione emliana ha confermato quanto sia stato importante e significativa la partecipazione al CIV, tanto che - si vocifera - pure quest'anno potrebbe essere al via di un round, proprio quello inaugurale. 

Motomondiale a parte, il Mugello aprirà la stagione e molte strutture iscritte alla SBK - Supersport 300, Supersport e Superbike - potrebbero approfittarne: correre al Mugello, oltre a mantenere alte concentrazione e preparazione, rappresenterebbe una sicura vetrina anche per gli sponsor.

Marc Marquez e il rientro a metà stagione