CIV Superbike, Zanetti: “Correre in Italia non è un ripiego professionale”

CIV Superbike, Zanetti: “Correre in Italia non è un ripiego professionale”© GPAgency

Per il terzo anno, Lorenzo sarà al via con il Broncos Racing Team: "Chiusa la parentesi MotoAmerica, sono rimasto in ottimi rapporti con Ducati. Luca Conforti è stato il primo manager ad offrirmi una moto competitiva, il nostro è un rapporto speciale"

23 marzo 2021

Quando le valige erano ormai fatte, Lorenzo Zanetti ha dovuto cambiare programmi ed obiettivi. Dopo il successo ottenuto nel MotoAmerica, il pilota bresciano era in predicato di ripetere l'esperienza a stelle e strisce, a difesa dei colori Ducati nel campionato di Wayne Rainey.

Poi, però, qualcosa non ha collimato e la Casa bolognese ha preferito spedire Oltreoceano Loris Baz. A sorpresa e senza riferimenti. Appresa la notizia, il trentaduenne numero 87 ha dovuto, in primis, accettare la scelt

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi