CIV Superbike, Yamaha e Canepa preparano il debutto tricolore

CIV Superbike, Yamaha e Canepa preparano il debutto tricolore

Niccolò svolge il ruolo di tester sulla R1 in configurazione nazionale. Il Gas Racing Team la porterà in gara, con un pilota ancora da comunicare. Il genovese sarebbe un cavallo perfetto 

13 luglio

Il prossimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità sarà assolutamente da seguire, per valide ed interessanti ragioni. Innanzitutto, il quarto round aprirà le porte al pubblico, e questa è la miglior notizia possibile. E poi, la novità "notturna" sta attirando l'adeguata attenzione.

Per la classe Superbike - come per lo Women's European Cup - è prevista la gara di sabato sera, da disputarsi con l'ausilio dei reflettori e dei fanali. In concomitanza con la Notte Rosa, ecco quindi un eccezionale evento, in cui la massima cilindrata nazionale potrebbe riaccogliere un prestigioso Marchio.

Si tratta di Yamaha, impegnatissima in MotoGP e nel Mondiale SBK. Alla Casa dei tre diapason piace molto pure il nostro campionato, perciò fervono i preparativi per rientrarvi. La R1 M vanta un ottimo potenziale e la squadra che la schiererà sarà il Gas Racing Team, formazione ben conoscitrice delle quattro cilindri di Iwata. 

Canepa sarebbe perfetto, più che perfetto

Andrea Dosoli ha commissionato al pilota genovese un programma di test. Poi, avverrà la decisione. Nic dovrà, innanzitutto, capire quanto e come la R1 preparata seguendo il regolamento tricolore possa esprimere le proprie doti. La centralina unica MoTec, per esempio, richiede lavoro e giornate tra i cordoli.

La concorrenza italiana è, peraltro, agguerrita: Ducati, Honda, BMW, Aprilia e - sebbene fatichi, è già rodata - Suzuki, si trovano ad un buon livello di sviluppo. In pista, Michele Pirro e Lorenzo Zanetti hanno determinato la differenza, ma la competizione è equilibrata. 

Perché Canepa sarebbe il cavallo perfetto per il CIV? Per tutto: età, esperienza, velocità, Curriculum. Il pilota ligure ha vinto la Superstock 1000 continentale, è stato bravo in MotoGP, in Superbike, nella MotoE e conta allori e trionfi conseguiti nell'Endurance. Lui è al livello di Pirro e Zanetti e, con una buona moto, potrebbe dar loro gran filo da torcere.

Paolo Ciabatti sul Gran Premio di Austria: "Avremo buone occasioni"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi