Il fine settimana del Campionato Italiano Velocità al Mugello, teatro del quinto nonché penultimo appuntamento stagionale, è entrato nel vivo il venerdì pomeriggio assegnando le pole provvisorie della Qualifica 1 per tutte le categorie, particolarmente importanti vista l'incognita meteo con possibilità di pioggia il sabato. Ecco chi sono, al termine della giornata, i detentori provvisori delle Motosprint Pole Position dopo la Q1.

Delbianco al comando in SBK


Dopo aver sfiorato la vittoria in Gara 2 a Misano vedendo sfumare il primato per un solo millesimo, Alessandro Delbianco si conferma al top anche al Mugello facendo registrare il miglior tempo in Q1 con un ottimo 1'50.266 in sella alla Honda del DMR Racing. Insegue con 244 millesimi di ritardo il leader della classifica Michele Pirro, con un sorprendente Ayrton Badovini in terza posizione con la BMW. Quarto Luca Vitali, quinto Gabriele Ruiu, mentre ha chiuso con l'ottavo tempo Niccolò Canepa, al primo weekend completo con la Yamaha R1 in configurazione CIV Superbike con la centralina unica MoTec.

Dal Regno Unito all'Italia: Triumph sbarca nel National Trophy

Guizzo di Ottaviani in SS600


E' Luca Ottaviani il più rapido nella Qualifica 1 della Supersport 600, dove in sella alla Kawasaki del team RM Racing ha chiuso davanti a tutti con il crono di 1'54.213. Classifica estremamente corta nelle primissime posizioni, con Andy Verdoia e Roberto Mercandelli, rispettivamente secondo e terzo, racchiusi in 31 millesimi. Quarto Davide Stirpe con l'MV seguito dal belga Livio Loi, con Massimo Roccoli settimo e Bussolotti 13esimo. Da segnalare anche la caduta di Federico Caricasulo (nono a fine sessione) dopo un contatto con Nicholas Luzzi nella fase centrale della sessione.

Moto3: è già testa a testa tra Bertelle e Bartolini


La Moto3 ha confermato i valori in campo visti fino a qui, con Matteo Bertelle ed Elia Bartolini in grande spolvero. Il portacolori del team Minimoto Portomaggiore ha chiuso al comando in 1'58.431 precedendo quello del Bardahl VR46 Riders Academy di due decimi, facendo il “vuoto” alle loro spalle. Il primo degli inseguitori, ovvero l'olandese Zonta Van De Goorbergh, è infatti staccato di circa un secondo e mezzo, con Biagio Miceli ed Alessandro Sciarretta a completare la top five seppur già con un ritardo superiore ai due secondi rispetto ai due assoluti protagonisti della categoria.

CIV Junior, Varano premia i vincitori 2021

Zanni e Vannucci leader in PreMoto3 e SS300


La Q1 della PreMoto3 è stata all'insegna dell'AC Racing Team, che ha piazzato addirittura cinque piloti nelle prime sette posizioni. Il più rapido della sessione è stato Leonardo Zanni, vincitore di entrambe le manche a Misano e confermatosi competitivo anche sul tracciato toscano. Il numero 57 ha chiuso con il tempo di 2'04.481 precedendo il compagno di squadra Guido Pini ed Edoardo Liguori, con Cesare Tiezzi e Giulio Pugliese in top five. Nei dieci anche Riccardo Trolese, leader di campionato, sesto a precedere Panteleakis,mentre va segnalato che lo spagnolo Alberto Ferrandez, secondo in classifica, non ha concluso nessun giro valido.

Nella Supersport 300 è stato il “solito” Matteo Vannucci a chiudere in prima posizione in sella alla Yamaha R3 dell'AG Motorsport. Il capoclassifica del campionato precede il turco Bahattin Sofuoglu e Devis Bergamini, che completa un trio tutto-Yamaha davanti. Quarta piazza per Giuseppe De Gruttola, con Mattia Martella in top five. La sessione è stata però interrotta anzitempo con una bandiera rossa per via di una caduta che ha coinvolto diversi piloti a circa quattro minuti dalla fine.

Valentino Rossi e la 24 Ore di Le Mans sono sempre più vicini