Finisce con la gara di oggi la corsa al titolo della Big Supersport, nell’ambito del National Trophy 600. Chiudendo alle spalle di Cavalieri, nella classifica della categoria, Matteo Ciprietti è diventato il primo storico campione della Big Supersport, approfittando anche del problema tecnico che ha fermato Nicholas Spinelli, mentre era lanciato verso la vittoria. Domani mattina invece si chiuderà la lotta delle 600, con Pontone, oggi secondo dietro a Brignoli, che può gestire 12 punti di vantaggio su Saltarelli.

La gara


Ottima partenza di Spinelli che prova subito a scappare via mentre Ciprietti si trova imbottigliato nel gruppo, passato da Pontone, Brignoli e Pusceddu. Spinelli prova a fare l’andatura con Cavalieri alle sue spalle. Dietro di loro è battaglia aperta tra Brignoli, Pusceddu, Pontone e Ciprietti.

Nonostante le due classifiche diverse di competenza, la gara è comunque spettacolare nonostante le Ducati di Spinelli e Cavalieri abbiano praticamente fatto il vuoto, come prevedibile. Con Spinelli davanti e Ciprietti imbottigliato, le speranze del pilota di Barni di acciuffare il titolo nella gara di domani sono ancora vive fino a puco più di metà gara, quando la Ducati #29 si ammutolisce, lasciando il pilota fermo in mezzo alla pista a disperarsi.

Con Spinelli out è Cavalieri a prendere il comando della gara, seguito da Brignoli e Pontone, con Ciprietti e Pusceddu alle loro spalle. Mentre Ciprietti è matematicamente campione della Big Supersport.

Diverso il discorso per le 600, dove la lotta per il titolo vede coinvolti Pontone e Saltarelli. Saltarelli non riesce a districarsi dal suo gruppo per andare a prendere chi gli è davanti, mentre Pontone ha il suo bel da fare con Brignoli. Al traguardo Cavalieri passa per primo con Brignoli e Pontone alle sue spalle. Ciprietti è quarto assoluto davanti a Pusceddu con Saltarelli sesto e Marcheluzzo settimo.

Spinelli riesce a ripartire anche se ultimo e staccato di un giro, ma vuole chiudere comunque la gara in vista di domani, provare a capire il problema che l’ha fermato, mettendo fine alla sua rincorsa al titolo.

Per la classifica delle Big Supersport: Cavalieri, Ciprietti e Pusceddu

Podio delle 600: Brignoli, Pontone, Saltarelli

Classifica finale


SSP, Spinelli: “Tra Ducati 955 e 600 quattro cilindri prestazioni simili”