CIV SBK: Samuele Cavalieri con la Kawasaki del team Black Flag

CIV SBK: Samuele Cavalieri con la Kawasaki del team Black Flag

Dopo un 2021 ricco di impegni tra National Trophy e mondiale Superbike, il forte pilota bolognese correrà nella classe regina del campionato tricolore con la supersportiva della Casa di Akashi

Sarà Samuele Cavalieri a portare in pista la Kawasaki Ninja ZX-10RR del team Black Flag Motorsport nel CIV Superbike 2022. Il pilota bolognese, che ha già guidato la moto della Casa di Akashi ad inizio stagione nel mondiale Superbike, è reduce da un finale di 2021 ricco di impegni tra il National Trophy e la stessa Superbike, dove ha corso con Ducati con buoni risultati. Il ritorno in pianta stabile nella serie tricolore potrebbe permettergli di tornare però tra gli assoluti protagonisti.

Oltre a Samuele, la squadra capitanata da Andrea Tanzi e Mathia Beatrizzotti potranno contare anche sul prezioso aiuto di Bradley Smith, il quale si occuperà dello sviluppo della moto (come già accaduto negli scorsi mesi con alcuni test a Jerez de la Frontera) e sarà presente nel box nei weekend di gara, senza escludere qualche apparizione come wild card, nonostante l'inglese sia impegnato anche nella Coppa del Mondo MotoE.

Un altro danese nel CIV: Simon Jespersen sarà al via della SS600

Cavalieri: "C'è grande entusiasmo in questo progetto"


Il pilota classe '97, già protagonista del CIV SBK in passato, ha così commentato la notizia: "Questa è una squadra giovane e sono tutti molto orgogliosi di poter fare bene, hanno tanta voglia di mettersi in luce, come me. Il progetto è nuovo, la moto ha poca esperienza e saremo gli unici in pista con Kawasaki, ma c’è grande entusiasmo sul progetto e io sono fiducioso e sicuro di poter dare un ottimo contributo al team. Ringrazio Kawasaki Italia, il Team Black Flag Motorsport e gli sponsor per questa occasione e non vedo l’ora di provare la moto".

Felici anche i team manager, Tanzi e Beatrizzotti: "Siamo molto contenti di aver firmato questo accordo con Samuele. Per noi è sempre stato uno dei piloti più promettenti sul panorama Italiano tanto da essersi giocato il Titolo Italiano SBK 2020 con Savadori e Pirro, chiudendo la stagione come vice Campione. Il fatto di poterlo avere sulla nostra ZX-10RR è davvero un onore e abbiamo molta fiducia in lui. Insieme al lavoro dei nostri tecnici, di Kawasaki e della squadra faremo di tutto per metterlo in condizioni di esprimersi al meglio. Tutta la struttura sarà focalizzata sullo sviluppo della motocicletta con l’obiettivo di vederla sul podio già nella stagione d’esordio, puntando cosi ad essere tra i protagonisti nel 2023".

Bomba CIV SBK: Mattia Pasini al via con Broncos Racing nel 2022

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi