Dodò Boggio, protagonista al CIV e in ETC: “Mi diverto e sogno la Moto3”

Dodò Boggio, protagonista al CIV e in ETC: “Mi diverto e sogno la Moto3”© GPAgency

Il giovane talento torinese è reduce da una grande vittoria al Mugello: “Tra Aspar e i Talenti Azzurri, sto crescendo molto e posso togliermi delle belle soddisfazioni”

Uno dei piloti che sono riusciti a mettersi maggiormente in luce nel round del Campionato Italiano Velocità al Mugello è il giovanissimo Edoardo Boggio. In sella alla 2WheelsPoliTO del Politecnico di Torino ha occupato per le posizioni di testa per tutto il weekend conquistando anche una grande vittoria in Gara 2 nella classe PreMoto3, dopo aver dovuto saltare il precedente appuntamento a Vallelunga per via della concomitanza con la European Talent Cup.

Doppio impegno ad alto livello


Dodò ha già dimostrato di poter essere altamente competitivo in entrambi i campionati, pur dovendosi adattare alle differenze tra le due serie: “La parte più complicata è sicuramente il doversi adattare a gomme totalmente diverse, visto che nella ETC utilizzo le Bridgestone e in PreMoto3 le Dunlop. Inoltre, nel CIV abbiamo tutti lo stesso motore ma telai diversi, mentre in Spagna abbiamo tutti a disposizione la stessa Honda ed è complicato fare la differenza. Non è facile trovare la giusta confidenza saltando da una moto all'altra, ma trovo che sia una sfida stimolante e ritrovare gli stessi avversari, come ad esempio Uriarte, penso sia un aspetto positivo”.

In PreMoto3, Boggio corre con la 2WheelsPoliTO del Politecnico di Torino, moto campionessa in carica e proveniente dalla stessa città della giovane promessa tricolore: “Quest'anno sto gareggiando con la moto sviluppata dal Politecnico di Torino e, da torinese, ciò mi rende orgoglioso. Il telaio non è male e mi trovo bene in sella riuscendo ad esprimere tutto il mio potenziale, perciò insieme possiamo toglierci delle belle soddisfazioni nel corso del campionato divertendoci”.

SS300, Ieraci: "In Supersport si fa la differenza, voglio meritare un posto"

Tra Aspar e i Talenti Azzurri FMI


Nella European Talent Cup, invece, Edoardo gareggia con i prestigiosi colori del team Aspar: “Si tratta di un vero e proprio top team con una struttura fantastica. Gino Borsoi e Nico Terol mi seguono e mi aiutano molto sia durante i weekend di gara, sia negli allenamenti ed è una sorta di seconda famiglia più che di una squadra. In più, la stagione sta andando bene e mi auguro che la prima vittoria arrivi presto”.

Inoltre, il classe 2007 fa parte del progetto Talenti Azzurri FMI: “Purtroppo, vivendo in Spagna non riesco ad andare a tutti gli incontri dei Talenti Azzurri. In ogni caso, quando partecipo, si concentrano molto sulla mia guida e su quali aspetti farmi migliorare per farmi andare ancora più forte. Ci alleniamo tanto e anche nei weekend del CIV è molto utile per performare al meglio”.

Non è mancato, infine, uno sguardo al futuro con un pizzico di scaramanzia: “Il prossimo anno farò quasi sicuramente la ETC per il terzo anno consecutivo, ma ovviamente l'obiettivo è quello di arrivare al Mondiale Junior Moto3 e, successivamente, al Motomondiale”.

Road Races, IRRC: Michael Dunlop pronto per il debutto a Imatra

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi