Domenica 27 luglio, Kevin Schwantz tornerà a correre la 8 Ore di Suzuka, la più importante delle prove del mondiale endurance. L’indimenticato ex iridato della 500 GP (nel 1993) verrà schierato in equipaggio con il pluri campione giapponese Satoshi Tsujimoto e con Nobuatsu Aoki, collaudatore Suzuki MotoGP.   Lo stesso Schwantz ha effettuato un test a Austin, in Texas, con la Suzuki MotoGP. Sarà un Team Legend, per celebrare i 60 anni di attività nel settore dei motori di altissime prestazioni. L’obiettivo non è fare semplicemente presenza: lo scorso anno Schwantz, correndo per il team Kagayama in equipaggio con lo stesso Kagayama e con Haga, ha concluso al terzo posto, e aveva finito la gara nella stessa posizione nell’86, proprio con Tsujimoto, autore di altri due secondi posti. Nonostante l’età - il 19 giugno ha compiuto 50 anni -  il vecchio Schwantz non prende la 8 Ore come un gioco. “I preparativi che ho fatto per questa gara sono gli stessi dello scorso anno – ha raccontato l'ex campione americano –  motocross e mountain bike. L’anno scorso ho fatto tre o quattro gare con una 600 in Texas, quest’anno solo un test AMA Superbike ad Austin”. 10460539_10152365738357961_2339784620843840410_n 10514702_10152365741917961_3669203834513347786_n 10431566_10152365727917961_7963663784180656272_n 10556269_10152365743427961_1044687941209710095_n 10489831_10152365732347961_7699736690283989083_n 10410779_10152365730807961_9028732530536289876_n 10517505_10152365738347961_3384464593418691539_n 10525902_10152365743037961_652442496893036239_n