Siamo stati gli unici ad annunciarlo, grazie alla nostra intervista esclusiva con Luca Vitali che ieri ci ha dato il polso della situazione meteo e ci ha parlato del ‘pericolo Monsoni’ che incombeva sulla Otto Ore di Sepang (leggi qui). “Se le previsioni del tempo si avvereranno la gara non si potrà disputare”, ci ha detto ieri Luca Vitali. “Perché arriveranno i Monsoni”. E così è stato.

Inizialmente la direzione gara in accordo con i team manager ha annunciato un inizio ritardato della prima edizione dell'8 Ore di Sepang. Per alcune ore, infatti, una pioggia persistente si è abbattuta sul circuito internazionale di Sepang. Dopo un giro di ricognizione con le 50 squadre partecipanti, la direzione di gara ha confermato la 'delayed start' dietro la safety car. 

La gara è iniziata quindi poco dopo le 15 in Malesia (le 8 del mattino in Italia), con l’annuncio che si sarebbe comunque conclusa alle 21.00. Le 50 moto in gara nella prima edizione della Otto Ore di Sepang sono uscite in pista dietro la safety car, ma la gara è stata sospesa dopo 30 minuti, per la sicurezza dei piloti: le condizioni del circuito, in alcuni punti letteralmente allagato, non permettevano infatti di continuare.

Raggiungiamo telefonicamente Luca Vitali proprio mentre la direzione gara annuncia il nuovo start alle 11.00 ora italiana.

"Ci stanno dicendo che si può anbdare a riprendere la moto", spiega Vitali. Questo significa che 20 minuti si riparte, anche se di fatto la gara non è mai stata veramente interrotta, perché il tempo continua a correre. E' come se fosse gara anche adesso che siamo ai box".

Com'è stato lo start?

"Per il nostro team è partito Luca Sassa, ma si vedeva che si faceva fatica a stare in pista già con la safety car per via dell'acquaplanning, e quando Luca è rientrato negli stivali c’era un lago...

Ci sono state scivolate?

"Solo una nel warm up, e la moto si è pure incendiata, ma ogni team ne ha due e quindi potranno fare la gara comunque".

Piove ancora?

"Sì ma poco. Con questa pioggia si potrebbe correre, il problema è che la pista è allagata. Adesso la direzione gara è rientrata in pista con la safety car per verificare le condizioni".