Niente Bol d’Or, per un Endurance 2020 inficiato da importanti modifiche al calendario iridato. Già spostati e cancellati diversi eventi - tra i quali, la storica 8 Ore di Suzuka - il mondiale dedicato alle gare di durata deve rinunciare pure alla Classica francese del Paul Ricard, sempre gradita a piloti e spettatori.

È proprio il nodo legato ad un pubblico impossibile da ospitare, per le solite e già troppo citate cause, ad aver suggerito agli organizzatori di togliere la corsa dal palinsesto: vengono così coinvolte le TV, gli sponsor, le squadre. Tutto.

Però, a salvare il salvabile arriva ancora il Portogallo, mai così in voga per il motosport come quest’anno: il gran finale dell’EWC si terrà all’Estoril, tracciato che ospiterà pure la SBK, con un ritorno in auge del circuito lusitano quantomai inaspettato.

La data prefissata della 12 Ore dell’Estoril è il 27 settembre; considerando Portimao - con SBK, Formula 1 e MotoGP - e le tante corse tenute tra Jerez, Aragon e Barcellona, per la Penisola Iberica è vero record di appuntamenti.

Dopo l'infortunio, Johann Zarco ha deciso di farsi operare