Kevin Calia - nella foro di copertina, in azione con la Suzuki GSX-R 1000 al Mugello - ha solo 26 anni, ma vanta già una carriera spesa in principali competizioni motoristiche. Dalla Red Bull Rookies Cup sino al Campionato Italiano Velocità, il pilota di Castel San Pietro Terme è risultato sempre tra i protagonisti di categoria, figurando costantemente tra i primi al traguardo.

Nuova fase


Dalle vittorie ottenute nel trofeo raffigurato dal toro energetico, ai successi nella Moto3 tricolore, alle affermazioni in Stock 1000 in giro per l'Europa. Il ragazzo emiliano riparte con una nuova avventura, che lui stesso spiega quanta motivazione gli dia: "Sapere di entrare a far parte del team No Limits mi carica parecchio - ci ha svelato, dopo una sana ed allenante uscita in bicicletta - perché parliamo di una squadra da riferimento nell'Endurance. Per me sarà una rinnovata fase della mia storia sportiva, nell'obiettivo di scrivere ancora tante pagine. Voglio durare più a lungo possibile, divertendomi".

L'Endurance è giusto per te, poiché assolutamente divertente.

"Esatto, questo è uno dei motivi che mi ha spinto a scegliere l'EWC. Un altro motivo è il team No Limits: Moreno Codeluppi è una gran bella persona, innanzitutto, e pure davvero competente, appassionata di vero motociclismo. La sua struttura gialla e nera rappresenta una certezza nell'ambiente e, quando ho parlato con lui, mi sono reso conto che la via intrapresa fosse quella giusta".

Avrai come compagno di moto anche Luca Scassa.

"Un fortissimo pilota e, pure lui, un ottimo ragazzo. Sarà importante andare d'accordo e sono convinto che così sarà. L'Endurance è diverso dalla velocità: solitamente, il compagno di garage è il primo rivale, mentre nel caso delle gare di durata, colui e coloro che condividono con te mura, tecnici, moto e lavoro sono i primi... amici di avventura".

Conosci già la Suzuki GSX-R 1000.

"Sì, lo posso ritenere un piccolo vantaggio. Avendo già gareggiato con la quattro cilindri di Hamamatsu, ne sfrutterò sensazioni e ricordi accumulati. Anche se, diciamolo, nell'Endurance gli assetti e le posizioni in sella non sono dedicate ad ogni singolo pilota. Io, Luca ed il terzo compagno di squadra dovremo trovare un ragionevole compromesso e, in tal senso, so che non avrò problemi. Saprò adattarmi e sono convinto che pure loro due lo faranno, Il nostro obiettivo è primeggiare nella classe Stock dell'EWC".

Tutti a nanna, bimbi!


Kevin collaborerà con un altro collega illustre, in un progetto tra i più interessanti. Calia e Gianluca Nannelli si occuperanno della formazioni di piccoli centauri. Bimbi che il Nanna alleva da tempo, in qualità di Tecnico Federale: "Anche io mi impegno in questo lavoro - le parole di KC -  mi appassiona molto e mi piace poter mettere a disposizione dei giovanissimi la mia esperienza di pilota. Sono tante le nozioni da illustrare e, insieme a Gianluca, possiamo insegnare-imparando. Non so se mi spiego..."

Ti spieghi benissimo.

"In moto si va con il sorriso, espriemendo passione. Nannelli faceva e fa ancora così e io lo ammiro tantissimo. Ho 26 anni e desidero rimanere in questo ambito il più possibile, mantenendo i contatti e le opportunità migliori per me. Sorrido anche io quando guido, sorrido ancor di più quando vedo che i bimbi sorridono".

Titolato Moto2 nel 2014, Tito Rabat saprà ripetersi in SBK?