Anche l’edizione numero 44 della 24 Ore di Le Mans si disputerà a porte chiuse. Come già lo scorso anno, l’epidemia di Coronavirus ha costretto gli organizzatori, la Federazione Motociclistica Francese e la Federazione Motociclistica Internazionale a chiudere i cancelli del circuito Bugatti di Le Mans nel weekend del 17 e 18 aprile, in occasione della leggendaria gara endurance.

Una decisione difficile, presa per garantire che tutte e cinque le gare del calendario 2021 vengano mantenute e per supportare le squadre che gareggiano nel Mondiale Endurance.

"Nonostante tutto, la gara si farà"


"Purtroppo, dovremo organizzare la 24 Ore di Le Mans a porte chiuse per il secondo anno consecutivo”, ha detto Pierre Fillon, presidente dell'Automobile Club de l'Ouest. “In primo luogo, il mio pensiero va ai fan della gara che perderanno ancora una volta l'esperienza in pista. Nonostante l'assenza di spettatori, la gara si disputerà per il bene dei concorrenti e dei loro sponsor. Ci auguriamo vivamente di poter condividere questi grandi momenti nello sport molto presto".

"È ovviamente straziante dover mettere in scena la 24 Ore di Moto ancora una volta a porte chiuse e privare i tanti fan di un evento che è una mecca per la comunità dei motociclisti”, ha aggiunto Sébastien Poirier, Presidente della FFM, la Federazione Motociclistica Francese. “Per motivi organizzativi, la decisione doveva essere presa ora dall'ACO (il circuito, nde) ed è una decisione che condividiamo. Desidero rendere omaggio al lavoro svolto dall'ACO, dal promotore di Eurosport Events e dalla FIM che hanno fatto sì che la gara non scomparisse del tutto dal calendario. Come molti fan, seguiremo e condivideremo la nostra passione per la corsa sui vari canali TV e media digitali".

"Decisione dolorosa, ma per il bene del campionato"


“È stato doloroso prendere insieme all'ACO la decisione di disputare la gara a porte chiuse, ma l'abbiamo presa velocemente per il bene del campionato e delle squadre”, ha commentato François Ribeiro, responsabile di Eurosport Events.

L'ACO è stato il primo circuito ad organizzare una gara a porte chiuse nel 2020 e, insieme abbiamo deciso che fosse meglio mantenere la data di aprile per la 24 Ore di Moto per non interrompere il resto del calendario, che potrà svolgersi completamente a porte chiuse se la situazione del Covid-19 lo richiederà".

"Sarà comunque mozzafiato"


"Nonostante un secondo anno senza spettatori, sono sicuro che l'edizione della 24 Ore di Le Mans 2021 sarà mozzafiato”, conclude Jorge Viegas, Presidente della Federazione Motociclistica Internazionale. “Vorrei ringraziare ACO, FFM ed Eurosport Events per i loro sforzi che gli consentiranno di offrire ancora una volta un fantastico spettacolo in TV e sulle piattaforme digitali per molti spettatori".

EWC: Mikhalchik, Reiterberger e Forès nel team ufficiale BMW