Il British Endurance Racing Team stravolge i propri piani in vista della stagione 2021 del mondiale endurance EWC, con un cambio di categoria ed un equipaggio completamente rinnovato per ambire a risultati di rilievo in quella che sarà la seconda stagione completa nel campionato delle corse di durata.

La novità più grande riguarda il passaggio dalla classe regina EWC alla Superstock, con la Suzuki GSX-R1000 rosso-nera che avrà quindi più limitazioni e i consueti "fari gialli". Una scelta che, a detta del team manager David Railton, permetterà al team non solo di ridurre i costi, ma anche e soprattutto di puntare ai vertici della categoria.

EWC: il Tati Team conferma la propria line up per la stagione 2021

Line up tutta inglese


I piloti al via saranno ancora una volta tutti inglesi, ma l'equipaggio cambierà per tre quarti rispetto a quello dello scorso anno. La punta di diamante della squadra sarà Joe Akroyd, road racer trentunenne al debutto nell'endurance, dai trascorsi al Tourist Trophy, al Manx GP e a Scarborough, dove è stato uno dei protagonisti assoluti negli ultimi anni.

Le altre new entry sono i fratelli Kurt e Matthew Wigley, venticinquenni reduci da cinque stagioni tra British Supersport e British GP2 (la classe Moto2 britannica), con Kurt che ha chiuso in top ten la scorsa annata. A loro si affiancherà il riconfermato Jonathan Railton, unico pilota già presente nell'equpaggio dello scorso anno.

EWC: operazione riuscita per l'infortunato Niccolò Canepa