Durante la presentazione della 24 Ore di Le Mans 2021, la 44esima nella storia della specialità, è stata svelata la entry list ufficiale, composta da ben 52 equipaggi suddivisi tra le classi Formula EWC, Superstock ed Experimental.

Un grande successo rispetto all'edizione dello scorso anno, in cui le squadre al via furono "soltanto" 38.  Di queste 52, inoltre, 35 prenderanno parte all'intera stagione, che inizierà con la maratona francese per chiudersi poi a novembre con la 8 Ore di Suzuka.

Tanta Italia al via


Con ben sei squadre Factory e piloti provenienti da ogni parte del mondo, si prospetta un mondiale estremamente incerto e combattuto, ma anche e soprattutto pieno di volti noti del motociclismo italiano, presente sia in pista, sia ai box con alcuni team manager ormai iconici per la specialità.

Uno dei grandi attesi sarà Niccolò Canepa, al via con la Yamaha YART ufficiale nella classe EWC insieme a Marvin Fritz e Karel Hanika, ma nella medesima categoria ci sarà anche Roberto Rolfo con la "solita" Yamaha R1 del team Moto Ain, mentre in Superstock saranno ben tre gli equipaggi italiani, ovvero il No Limits di Moreno Codeluppi, lo Z Racing di Jacopo Zizza e l'Aviobike del pilota e team manager Giovanni Baggi, che correrà insieme ad Andrea Boscoscuro e all'austriaco Christopher Kemmer.

L'unica moto al via della categoria Experimental sarà invece la francese Metiss JBB, prototipo presente ormai da anni a Le Mans.

Le parole del promoter


"Considerando le attuali circostanze globali, siamo orgogliosi di come si presenterà la griglia di questa 24 Ore di Le Mans. 52 equipaggi di cui 35 permanenti, provenienti da dieci Paesi diversi con piloti in arrivo da ben diciassette nazioni, significa aver svolto un ottimo lavoro nonostante la pandemia. E saremo ancora più forti quando potremo finalmente avere di nuovo il pubblico sulle tribune", ha detto François Ribeiro, capo di Eurosport Events, promoter del campionato.

EWC: Motobox Kremer Racing pronto per la 22esima stagione nel mondiale