Accanto ai protagonisti del CIV e alle ragazze della Women's European Cup, dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia di Coronavirus, hanno calcato la pista del Mugello anche i 72 piloti del National Trophy, a loro volta impegnati nella prima uscita stagionale 2020.

Bolognesi detta legge nella Classe 600


Il giro in 1’55”517 fatto segnare nel primo turno di qualifica disputato venerdì pomeriggio è bastato ad Andrea Bolognesi per far sua la pole position di Gara 1. Inarrivabile il tempo fatto segnare dal pilota del team Megan Racing, che aveva dimostrato di essere in forma già nelle prove libere, dove aveva rifilato quasi un secondo al Campione uscente Michele Magnoni, primo degli inseguitori.

A piazzarsi sulla seconda casella della griglia di partenza di Gara 1 sarà un’altra Kawasaki, quella guidata dal portacolori del Moto Club Conselice, Roberto Farinelli (1’55”880). Al terzo posto troviamo invece la Yamaha di Emanuele Pusceddu, che ha fatto un netto balzo avanti grazie al crono di 1’56”209 firmato nelle Qualifiche 2, con cui ha scalzato dalla prima fila Simone Saltarelli (1’56”224), negando una tripletta alle moto della Casa di Akashi.

Scatteranno dalla seconda fila, assieme al pilota del Ghirlandina W. e R. Villa, le Yamaha di Andrea Tucci (1’56”429) e Yuri Menchetti (1’56”460). Completano la Top 10 Davide Ecchelli (Yamaha), Tommaso Lorenzetti (Yamaha), Michele Magnoni (Kawasaki) e Marco Marcheluzzo (Kawasaki), che si è fermato a 1”263 dalla vetta.

Segui in diretta streaming le gare del sabato al Mugello

Ferroni tiene in vetta l'Aprilia nella Classe 1000


A Flavio Ferroni non è servito scendere in pista nel secondo turno di Qualifiche, per far sua la pole position di Gara 1. Il crono di 1’51”179 fatto segnare ieri dal pilota considerato il pretendente n°1 al titolo 2020, infatti, si è rivelato sufficiente a tenere la sua Aprilia davanti alla BMW di Luca Salvadori, che non è riuscito a piazzare la zampata con il tempo di 1'52”864, stampato questa mattina.

Terzo, alle spalle dei due portacolori del Moto Club Spoleto, il pilota dei Bikers Alto Jonio Francesco Ciacci (1’53”039), che ha preceduto Alessio Castelli (1'53”179) e Agostino Santoro (1'53”341), che in sella alla Ducati del team Moto S.P.S. è riuscito a scavalcare la Kawasaki della Pasini Racing, guidata dall’ex pilota del mondiale Supersport Christian Gamarino (1’53”393).

Chiudono la Top 10 della classifica combinata Alessio Velini (1'53”517), Simone Saltarelli (1'53”550), Lorenzo Lanzi (1'53”558) e la Yamaha dell’esperto Fabrizio Perotti (1’53”737).

National Trophy 1000, De Cecco: “Ho preparato una Rossa per Rosso”