Il terzo fine settimana di gara dei Trofei Malossi si è tenuto sul circuito di Varano e la bagarre è stata all’ordine del giorno nelle cinque classi che sono scese in pista.

Trofeo Nazionale Scooter Velocità


Nella prima delle due finali ad avere la meglio è stato Vincenzo Sciacca (Veggio Corse) nonostante il quinto posto in qualifica, davanti ad Alberto Consoli (Mannino Racing), primo in griglia di partenza e Alfonso Cirillo (Team Kinder), ma nella seconda finale l’aria di riscatto tira soprattutto per Kevin Riscles (Team Riscles). Il pilota francese, uscito di scena nella prima manche a gara appena cominciata per un problema al motore, si mette subito al comando, lasciando dietro di sé Consoli, Aleks Ugrin (174 Racing Team) e uno sfortunato Cirillo che al settimo giro dovrà abbandonare la competizione. A loro si unirà presto Sciacca, che chiuderà secondo e guadagnerà il gradino più alto del podio di giornata, davanti al catanese Consoli, lo sloveno Ugrin, Mattia Finotello (Finotello Racing), Daniele Giannoni (Team Extremity), Gianluca Fazio (N.A. Racing Team), Riscles, Fabrizio Bindi (Team Extremity) e, appunto, Cirillo. Chiusura di giornata con soddisfazione doppia per Riscles che fa suo, dopo la seconda manche, anche il premio per il giro veloce fermando il cronometro sull’1.18.676.

SprintMatic

Con Andrea Minischetti che aveva ottenuto il miglior tempo in qualifica, la prima manche è stata tutto un discorso tra il poleman e Aleks Ugrin per la vittoria, con Minischetti che deve abbandonare sul finale la corsa, lasciando trionfare il tedesco davanti a Ugrin e Svara.

La seconda manche invece è caratterizzata dal gruppo che parte compatto per poi sfilacciarsi, giro dopo giro per dividersi in duelli all’ultimo respiro. Su tutti quello di testa fra Minischetti che riesce a imporsi sul traguardo su Schack, per pochissimi millesimi.

La vittoria di giornata va al tedesco, davanti a Ugrin e Minischetti, Svara, Galbiati e De Glaudi.

Super Scooter 4Stroke


Pochi colpi di scena, invece, in questa classe, con Gennaro Adinolfi dominatore indiscusso. Dietro di lui le battaglie vere tra Federico Rucci e Raffaele Celentano (Team GNG Macera), ma anche David De Glaudi (Team Minischetti), Luigi Pastore (FR Racing) e Andrea Cataffo (FR Racing). E se nella prima manche all’egemonia di Adinolfi fa eco Rucci con un secondo posto mai in dubbio, a dare spettacolo saranno le battaglie tra Pastore e De Glaudi ma, soprattutto tra Celentano, che non molla la presa e dopo una caduta si rialza, ci crede e ricompone pezzo su pezzo la sua gara per un terzo posto che vale molto di più e promette. Adinolfi stravince, Celentano e Rucci duellano fino alla fine e Riucci avrà la meglio, aggiudicandosi la seconda piazza, di manche e giornata. Davanti a Celentano, De Glaudi, Pastore e Cataffo.

TMax Cup


Se la gara all’inizio sembrava scritta, questo è stato prontamente smentito. A tenere banco è il duello tra Alberto Consoli (Spillo Corse) e il campione in carica Diego Guerra (Marvin Racing Team) che la spunterà sul finale di gara1 e gara2 sul catanese ma avrà filo da torcere anche da Andrea Minischetti (Team Minischetti) sul terzo gradino del podio di giornata e Sergio Boccardo che troverà l’ottavo posto di giornata solo a causa di una caduta in gara1. Ai piedi del podio di giornata, Sebastiano Alercia (Team Alercia), Andrea Girondi (Team Minischetti) e Sofiane Abdellaoui.

ScooterMatic


Nella classe 70cc la prima finale è di Joe Schack (Malossi Racing Germany) che si rifà subito del quarto posto rimediato nelle prove cronometrate, chiudendo davanti a Kevin Riscles (Team Riscles) e Cirillo che si danno battaglia ma nulla possono davanti al velocissimo tedesco che al secondo giro si è messo in tasca un vantaggio di 1 secondo e 03. Sergio Boccardo (Marvin Racing Team) e Mattia Finotello (Finotello Racing) chiudono rispettivamente al quarto e quinto posto.
E si riscatta anche Vincenzo Sciacca (Team Macera) che nella prima manche aveva dovuto risalire la china dopo un’uscita di pista, ma nella seconda lotta con Schack, Boccardo e Cirillo, chiude in seconda posizione. Subito dietro a Boccardo, trionfatore in una giornata caratterizzata dalle uscite di scena e della sfortuna. Vittime nella seconda frazione ancora Riscles e Schack, che nel settimo giro deve abbandonare e Cirillo scivola dalle prime posizioni alla piazza numero 8. Ridisegnando, così, una classifica di giornata che vede Boccardo sul gradino più alto del podio, Finotello sul secondo e Sciacca terzo. Mentre volano soddisfazioni anche nella categoria Regioni Nord, con la vittoria di giornata di Luca Bernardelli (Martelli Motors), davanti al debuttante Daniele Rossi (Team DPS) alla sua prima stagione nei Trofei Malossi e Vincenzo Pace (S,C.K. Racing) terzo di giornata ma primo nella seconda manche.

Next Stop, Modena

Trofeo Malossi: il riassunto del secondo round