Dopo l'inizio del CIV e la ripresa del Motomondiale, è ripartita alla grande anche la Coppa Italia con il Trofeo Italiano Amatori, Dunlop Cup, Pirelli Cup e Yamaha R3 Cup.

Queste gare si sono svolte nel weekend di sabato e domenica 19 luglio al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Tanti i piloti in pista per un entusiasmo senza precedenti che non è stato di certo fermato dalle tante norme previste in circuito in questo periodo.

Ecco quindi i risultati di Trofei e Coppe di questa prima giornata.

I risultati del Trofeo italiano amatori


Per il Trofeo italiano Amatori, la classe 600 base ha visto una gara davvero movimentata, con colpi di scena sul finale. A vincere è stato Denis Fantucci, prima Honda al traguardo davanti a uno stuolo di Yamaha. La seconda posizione è andata a Michele Gili davanti all’emiliano Luca Gavazzoni, partito dalla pole position. Quarto Federico Barone e quinto Gian Luca Perna.

A dominare nella classe 600 pro, invece, è stato Vincenzo Ostuni campione uscente, che ha chiuso la gara con oltre cinque secondi di vantaggio sul romano Gabriele Fusco. Ha completato il podio il sardo Gabriele Ferrara.

In gara due, invece, Gabriele Fusco si è riscattato andando a vincere proprio davanti al vincitore del sabato Vincenzo Ostuni.

Classe 1000 base e avanzata


Gara combattuta anche nella classe 1000 base dove Christian Seghezzi è arrivato davanti a Marco De Santis e Tommaso Cherici, mentre il quarto piazzamento se lo è portato a casa Paolo Falavigna e quinto Matteo Crocetti.
E’ stata questa la più bella gara vista nella mattinata di domenica del Trofeo Italiano Amatori, incerta fino alla fine e con tre piloti, gli stessi protagonisti del sabato, che si sono a lungo dati battaglia. Alla fine la vittoria è andata a Christian Seghezzi che ha replicato il successo di gara uno.

Nella classe 1000 avanzata, invece, la vittoria è andata a Claudio Biasini che ha tagliato il traguardo davanti a Mattia Rossignoli e Leonard Solmonese. Ai piedi del podio Gabriele Rossi.

Claudio Biasini, in gara 2, ha replicato il successo del sabato, ma questa volta la vittoria è stata veramente sudata.

Classe superior cup e rookie challenge


Nella classe superior cup la gara uno è stata subito interrotta da una caduta che ha visto coinvolti due piloti per poi riprendere nella norma.

La vittoria se l'è presa Mario Guarracino ma lo scarto con il secondo arrivato, ovvero Alessandro Rossi, è stato di soli 66 millesimi. In terza posizione è arrivato Massimo Dovesi davanti a Mattia Giachino e Pierluigi Domenighini.

Il marchigiano Alessandro Rossi si è aggiudicato gara due e grazie al secondo posto di sabato e alla contemporanea caduta del vincitore di gara uno Mario Guarracino, è passato a condurre in solitaria la classifica generale.

Nella gara uno della Rookie challenge si sono registrati invece meno colpi di scena e Scuderi è andato a vincere davanti a Fabio Gazzarri e Giuseppe Pirozzi. Più attardati hanno terminato Patrizio Mizzoni e Michelangelo Fiscato. Giuseppe Pirozzi si aggiudicato gara due del Rookie Challenge al termine di un lungo duello con Fabio Gazzarri.

I risultati della Dunlop Cup


Al quarto anno di vita, il trofeo ha offerto quattro gare ricche di emozioni.
Nella 600, le due gare in programma hanno incoronato vincitori Giordano Travagliati e Riccardo Picciuto, col primo che ha lasciato Misano da leader della classifica.

In gara 2, invece, Picciuto e Torrini hanno arginato il tentativo di fuga di Travagliati e hanno dato vita con lui a una bella battaglia, finché Picciuto non ha staccato gli avversari nei giri finali e si è assicurato la vittoria.

Nella classe 1000 Sebastiano Zerbo è stato il dominatore incontrastato: il pluricampione italiano ha trionfato nella gara sprint rimontando dopo una brutta partenza. Gara 2 è andata allo stesso modo, con Zerbo che ha nuovamente messo in tasca vittoria e giro più veloce. Sul podio con lui sono saliti Scienza e Christian Micochero.

I risultati della Pirelli Cup


Questo primo weekend di gara ha visto il nascere di una nuova formula di gara resasi necessaria per il bisogno di concentrare due gare nello stesso weekend.

Nella classe 600 le wild card Alessandro Nocco e Axel Bassani hanno preceduto i velocissimi Gabriele Giannini e Davide Bonfanti, mentre nella classe regina i veterani Luca Salvadori e la wild card Eddi La Marra hanno preceduto Vietti Ramus Doriano tallonato dalla BMW di Alessio Terziani e dall’Aprilia del rientrante agguerritissimo Dario Latrecchina, del team MC7.

In gara 2 Luca Vitali del team Cherri Box 24 Guandalini racing, ha trionfato davanti a Luca Salvadori e Alex Bernardi.

I risultati della Yamaha R3 Cup


Infine, il primo appuntamento 2020 della Yamaha R3 cup, ha visto schierati in griglia un gran numero di partecipanti e riconferma per il quinto anno, la propria presenza in Coppa Italia.

Gara 1 è andata a Mattia Capogreco (team Gradara corse) con al secondo posto Riccardo Mancini (DM corse). Terzo è arrivato invece Donadio poi Ludovico Papale (team MBM), Tommaso Occhi.

Gara 2 se l'è aggiudicata invece Diego Palladino seguito da Gabriele Esposito e Tommaso Occhi. Si riconferma al primo posto della classifica femminile Anastassia Kovalenko (team MORA), per la Senior Stefano Borgonovo (team Roc’n’Dea) e per la classifica YSS nuovamente Emiliano Ercolani (team MC7 corse).

L'Aprilia torna nel Mondiale grazie a Ponsson