Come già avvenuto nel girone precedente, anche lo scorso fine settimana i Trofei Malossi hanno regalato spettacolo, bagarre e adrenalina all’Autodromo Valle dei Templi, con il Girone Sicilia che ha riservato sorprese e gare battute fino all'ultimo. Ecco chi sono stati i protagonisti a Racalmuto.

ScooterMatic 100cc


Sorride Samuele Marino (Team M.F. Moto) dopo aver ottenuto la vittoria di giornata nella classe, tutt’altro che facile. Il suo avversario numero uno è stato Alberto Consoli (Team Mannino), vittima di un guaio al motore in una prima manche che stava conducendo e che ha chiuso in terza posizione, ma che poi si è rifatto nella seconda manche, proprio davanti a Marino, vincitore nella prima. Terzo posto in entrambe le manche, invece, per Vincenzo Sciacca (Veggio Corse), che nonostante non abbia trovato il giusto feeling con le gomme è riuscito nell’impresa di aggiudicarsi il terzo posto di giornata e il giro  più veloce. Il quarto posto, infine, è di Guglielmo Giannone (Adriano Motors) davanti a Davide De Pasquale (Flash Motors Maggio).

Classe 70cc


Un guasto meccanico non lascia ad Alberto Consoli la possibilità di esprimersi al meglio e dopo aver ottenuto la pole position e firmato la prima finale, si ritira nella seconda manche lasciando la scena a Francesco Bonomo e a Pietro Rizzo (Enneci Motor Racing), che ha la meglio e conquista il terzo tempo di giornata. E' di Bonomo invece la vittoria di giornata, ma il pilota chiude a pari merito con Pietro Trovato (Flash Motors Maggio), dato che si sono equamente divisi le vittorie nelle due manche.

Regioni Sicilia


È un trio che si conferma al podio dopo Favara: se la seconda posizione è di nuovo, saldamente e per la seconda volta nelle mani di Giuseppe Di Falco (Team Maggio), a Racalmuto il titolo di giornata della categoria va a Federico Arena (Adriano Motors) mentre la terza piazza è di Giovanni Vecchio (Team D’Agata), in un podio che tiene conto e rispetta pienamente tanto l’andamento delle due manche di giornata che l’ordine d’arrivo dei piloti. 

Ora godiamoci qualche settimana di vacanza, prima del ritorno in pista a Triscina, a settembre.