Pedro Acosta è il campione 2020 della Red Bull Rookies Cup. Il giovane spagnolo, grazie a sei vittorie in dieci gare, ha conquistato il titolo alla prima occasione utile con due gare d'anticipo ed è pronto per il salto nel mondiale Moto3. Weekend in cui non sono mancati i colpi di scena, con condizioni meteo incerte che hanno reso il fine settimana imprevedibile.

Gara 1: Alonso fa strike, vince Salvador


La gara del sabato inizia in condizioni miste, con l'asfalto ancora leggermente bagnato che tradisce numerosi piloti. Tra questi c'è anche il colombiano David Alonso, che cade nelle fasi inziali della contesa coinvolgendo anche Holgado e Acosta. Cade anche Ivan Ortolà, altro protagonista del campionato.

La vittoria va a David Salvador, che trionfa in solitaria precedendo l'indonesiano Aji - il quale sembra vicino all'approdo in Moto3 con il Team Asia - e Van Eerde. Quarto Van De Goorbergh, quinto Escrig, vecchia conoscenza del CIV. 

Grande gara per Matteo Bertelle, sesto al traguardo, mentre chiude a punti Luca Lunetta nonostante un long lap penalty, in dodicesima piazza.

Moto3, GP Europa gara: Fernandez vince, Vietti cade e Arenas è squalificato

Gara 2: a Holgado la gara, ad Acosta il titolo


La seconda gara del fine settimana, svoltasi come di consueto la domenica pomeriggio, è iniziata con un incidente multiplo che coinvolto ben quattro piloti, ovvero Tonn, Daniel Munoz, Ogden e Van Eerde, mentre il gruppo si è diviso velocemente permettendo ai primi tre di scappare.

Dopo un lungo duello per le posizioni da podio, la vittoria è andata a Dani Holgado, che ha battuto in volata Pedro Acosta e David Munoz. Grandi festeggiamenti per Acosta, a cui basta il secondo posto per conquistare il titolo con un round d'anticipo, complice anche il quarto posto di David Alonso.

Lo spagnolo si è confermato un grande interprete del Ricardo Tormo, dove ha vinto lo scorso weekend anche nel CEV. Ancora a punti gli italiani, con Bertelle tredicesimo e Lunetta quindicesimo. 

Moto2 GP Europa: Capolavoro di Bezzecchi. Lowes a terra, Bastianini torna leader