Uno dei grandi motivi d'interesse negli ultimi anni del National Trophy è stato la costante presenza di Luca Salvadori, pilota e youtuber dal grande seguito sui social. Il pilota lombardo ha sfiorato in più occasioni il titolo nel trofeo organizzato dal Motoclub Spoleto, che gli è tuttavia sempre sfuggito, compreso lo scorso anno in cui ha lottato fino all'ultima gara con il campione Agostino Santoro.

Chiuso il lungo sodalizio con il team Berclaz e BMW, quest'anno Luca punterà nuovamente alla conquista del titolo, passando però alla Ducati Panigale V4-R del team Barni Racing, che torna così nel National Trophy in entrambe le classi, essendo presente anche nella Superopen con il già annunciato Nicholas Spinelli.

Salvadori: "Possiamo toglierci grandi soddisfazioni"


Salvadori non ha nascosto l'entusiasmo per questa nuova avventura: "Il mio obiettivo per quest'anno era quello di salire su una Ducati e sono sicuro di trovarmi nella squadra migliore, visto che nessuno ha vinto così tanti titoli tricolore come Barni con queste moto. Sono convinto che si possano fare grandi cose sia dal punto di vista sportivo, sia a livello di iniziative collaterali e di visibilità. Quando l’anno scorso ho provato la Ducati Panigale V4 sono rimasto colpito e ora non vedo l’ora di approfondire la conoscenza".

Felice anche il team manager Marco Barnabò: "Abbiamo deciso di metterci di nuovo in gioco in un campionato che sta avendo grande successo di iscritti e una grande risonanza tra gli appassionati. La formula Open del trofeo ci permette sia di sviluppare la Panigale V2 sia di provare cose nuove sulla Panigale V4-R. Per la Superbike abbiamo puntato su un pilota esperto e molto motivato, ma che può darci anche la possibilità di sviluppare altre iniziative insieme a Ducati".

National Trophy: Roberto Tamburini all'assalto del titolo nella 1000