Le gare sprint hanno animato il sabato pomeriggio dei tifosi accorsi sugli spalti del Misano World Circuit Marco Simoncelli per vedere in azione i piloti della Coppa Italia Velocità.

SBK Assen, Razgatlioglu: "Oggi ho dovuto accontentarmi"

I vincitori del Trofeo Italiano Amatori


A dare il via alle danze sono stati i protagonisti della classe 1000 Base del Trofeo Amatori, categoria che ha visto l’affermazione del poleman Marco Puglisi. Il pilota Yamaha ha rifilato quasi nove secondi di distacco al secondo classificato Egidio Orsini, seguito a ulteriori tre decimi da Andrea Orofino.

Copione simile per la seconda gara di giornata, la 600 Base, in cui Antonio Sorrentino ha avuto vita facile sul resto del gruppo. Sono stati oltre dodici i secondi che gli hanno permesso di precedere Massimiliano Fenu. Il podio è stato completato da Mirco Sadler, per un terzetto tutto firmato Yamaha.

La 1000 Avanzata ha regalato un altro assolo, quello di Domenico Di Marco, bravo a fuggire dal trio formato da Cristian De Noni, Francesco Neri e Gabriele Rossi. I tre hanno dato vita a una bella lotta vinta in volata da De Noni su Neri per soli 53 millesimi. Rossi, quarto, è rimasto ai piedi del podio.

La classe 600 Pro ha visto l’affermazione dell’inarrestabile Roberto Ferrara: il numero 50 ha concluso la manche con oltre quattro secondi di vantaggio su Francesco Amati, un gap che sale a cinque secondi sul terzo classificato Mirko Zappon.

La rassegna del Trofeo Amatori continua con gara 1 della Superior Cup, una manche combattuta tra Michael D’Ambrosio e Mauro Contu, con Andrea Maurizio Gilardoni e Christian Micochero alle calcagna. La gara è stata interrotta al giro 4 da una bandiera rossa sventolata dopo una caduta avvenuta alla Quercia, tale da richiedere la sospensione della corsa. La vittoria è quindi andata a Contu davanti a D’Ambrosio e Gilardoni.

Pirelli Cup, vittorie per Lai e Delbianco


Il Trofeo Pirelli Cup ha visto i piloti scendere in pista suddivisi nelle canoniche classi 600 e 1000. Nella prima è stato Fabrizio Lai, velocissimo fin dalle prove, a ottenere il successo finale, recuperando e staccando di oltre mezzo secondo Nicolò Castellini. Nicola Chiarini ha conquistato il terzo gradino del podio davanti a Lorenzo Petrarca.

La classe 1000 ha regalato subito un grosso colpo di scena, con l'atteso protagonista Luca Salvadori caduto alla curva 15. La vittoria è andata ad Alessandro Delbianco - in grande recupero dopo l’infortunio patito in allenamento il mese scorso - precedendo Alessandro Andreozzi, anch’egli presente in veste di wild card, e Gabriele Ruiu. Quarto Alex Bernardi.

Dunlop Cup, Rizzo e Saltarelli al top


La Dunlop Cup non si smentisce mai e, come da consuetudine, ha regalato gare intense e incerte. Nella 600 affermazione per Gianluigi Rizzo, che ha regolato all’ultimo giro Diego Tocca. Matteo Ceccarelli, terzo, ha dovuto accontentarsi della soddisfazione rappresentata dal giro più veloce in gara (1'42.967).

Nella 1000 la vittoria è andata a Simone Saltarelli, autore di una partenza impeccabile che gli ha permesso di beffare Andrea Boscoscuro. Il numero 37, partito dalla pole, è giunto al traguardo in piazza d’onore dopo aver provato a resistere alla fuga di Saltarelli. Terzo, più staccato, Diego Pelizzoni.

Yamaha R3 Cup, affermazione per Ercolani


Gara apertissima nel monomarca targato Yamaha, dove a spuntarla è stato Emiliano Ercolani. Il numero 9 è riuscito a beffare all’ultimo giro la coppia formata da Federico Iacoi e Andrea Pizzoli, rispettivamente secondo e terzo al traguardo dopo aver lottato per la vittoria.

La giornata è stata conclusa dall'unico turno di prove ufficiale a disposizione della Rookie Challenge Pro, categoria facente parte del Trofeo Amatori: il più veloce è stato Domenico Palermo davanti a Oscar Vivian e Sebastiano Caserta.

SBK Assen: Rea vince Gara 1, Redding e Razgatlioglu sul podio