Alla vigilia sembrava potessere essere ormai soltanto una formalita e, nel weekend di Aragòn (ultimo appuntamento per quest'anno), David Alonso ha dimostrato di essere un pilota solido nonostante la giovanissima età, conquistando il titolo di campione 2021 nella Red Bull Rookies Cup nella prima manche lottando per la vittoria sia in Gara 1 che in Gara 2 con il "solito" gruppone di testa tipico del monomarca KTM.

Gara 1: ad Alonso il titolo, a Holgado la vittoria


La prima manche, svoltasi come sempre il sabato pomeriggio, ha visto una lotta a cinque piloti per la vittoria che si è conclusa soltanto sotto la bandiera a scacchi per una manciata di millesimi, con lo spagnolo Daniel Holgado (leader del CEV Moto3) che è riuscito a conquistare la vittoria precedendo il connazionale David Munoz.

La festa è stata però per il colombiano David Alonso, che con la terza posizione è riuscito a laurearsi campione con una gara d'anticipo dopo una stagione quasi perfetta e a scrivere così il proprio nome nell'albo d'oro come successore di Pedro Acosta. In top five anche Diogo Moreira e il sempre veloce Matteo Bertelle, mentre per quanto riguarda gli altri italiani, Luca Lunetta ha chiuso in nona posizione precedendo Filippo Farioli, con Demis Mihaila 17esimo.

MotoGP Aragon, Bastianini: “Abbiamo concretizzato l'ottimo lavoro svolto”

Gara 2: Ortolà vince l'ultima stagionale


Gara 2, ultima gara della stagione 2021, ha visto nuovamente una gran lotta al vertice, con Ivan Ortolà che ha preceduto in volata il vincitore di Gara 1 Daniel Holgado e David Alonso, fresco campione, nuovamente sul terzo gradino del podio. In top five anche David e Daniel Munoz, mentre il migliore degli italiani è stato ancora una volta Matteo Bertelle, settimo.

Ottima gara anche per Luca Lunetta e Filippo Farioli, entrambi in top ten rispettivamente all'ottavo e al decimo posto, mentre si è invece ritirato Demis Mihaila, in chiusura di una stagione d'esordio davvero avara di soddisfazioni. Per Alonso si prospetta ora un futuro nel mondiale Moto3 guadagnato direttamente con la vittoria del campionato, probabilmente in sella alla KTM del team Ajo, a chiudere una scalata che, in soli due anni, l'ha visto trionfare prima nella European Talent Cup e poi nella Rookies Cup a soli 15 anni.

SBK, Iker Lecuona ed Honda HRC: contatto più che ravvicinato