Sabato mattina denso di attività per la Coppa Italia Velocità sul circuito di Misano, teatro dell’ultima prova stagionale valevole per le competizioni Dunlop Cup, Pirelli Cup, Trofeo Italiano Amatori e Yamaha R3 Cup.

I piloti delle varie categorie sono scesi in pista per il secondo turno di qualifica che, in combinato con i tempi del primo QP disputato venerdì, hanno stabilito la griglia di partenza delle gare che si disputeranno al pomeriggio.

Coppa Italia FMI: a Misano l'ultimo round stagionale

Yamaha R3 Cup


I primi a scendere in pista sono stati i ragazzi della Yamaha R3 Cup, trofeo targato AG Motosport Italia. A partire in pole position sarà Diego Palladino, grazie al tempo di 1'51.212. Secondo, staccato di 2 decimi, l’altro alfiere Roc’N’Dea Ioannis Peristeras. Terza posizione per Emiliano Ercolani, mentre il leader della classifica generale Federico Iacoi è quinto dietro ad Andrea Pizzoli.

Dunlop Cup


Nella 600 è partito forte, fortissimo, Matteo Ceccarelli, autore della pole in 1'42.007 e deciso a ricucire il gap che lo separa nella classifica generale da Diego Tocca, quinto in griglia. Il migliore dei Rookie è Niccolò Sighieri, sesto assoluto.

Nella 1000 svetta il pressoché imbattibile Andrea Boscoscuro (1'38.522) capace di rifilare quasi 1 secondo e mezzo a Diego Pellizzoni. Da segnalare la sesta piazza della wild card Luca Pedersoli, mentre il migliore tra i Rookie è stato Andrea Giacomelli.

Pirelli Cup


La Q2 della classe 600 è stata interrotta dalla bandiera rossa esposta in seguito all’incidente che ha visto come protagonista, suo malgrado, Leonardo Battaglini. Alla ripresa delle ostilità, la migliore prestazione è stata realizzata da Nicolò Castellini (1'39.112) davanti all’alfiere Speedybike Fabrizio Lai. Terzo Lorenzo Petrarca.

Tra le 1000 ‘tempone’ di Alex Bernardi in 1'36.641, unico ad abbattere il muro dell’1’37. Segue, staccato di oltre mezzo secondo, Fabrizio Perotti. La prima fila è completata da Alessandro Delbianco.

Trofeo Italiano Amatori


Si sa, il piatto offerto dal Trofeo Amatori è sempre abbondante e mai banale, e nemmeno le qualifiche odierne hanno fatto eccezione. Nella Superior Cup Mauro Contu e la sua BMW continuano a farla da padrone e sarà proprio questo binomio a scattare davanti a tutti (1'39.632). La concorrenza non resta però a guardare: Filippo Marino è secondo a poco più di un decimo, Christian Micochero è terzo, con i primi tre racchiusi in un fazzoletto di 148 millesimi.

Stesso copione per la 1000 Base con Luca Pelabasto davanti a Leonardo Fanizzi per 50 millesimi e Adamo Borrielli, terzo a meno di 2 decimi dal primatista del turno.

Domenico Di Marco, giunto in testa alla 1000 Avanzata all’ultima tappa stagionale, si conferma in ottimo stato di forma conquistando la partenza dal palo (1'40.901). Marco Puglisi è secondo a quasi 3 decimi, Fabio Gazzarri è terzo. Sesto Cristian De Noni dietro a Francesco Neri.

Nella 600 Pro Massimo Gamba ha rifilato 6 decimi a Roberto Ferrara, per una prima fila completata da Francesco Amati staccato di ulteriori 34 millesimi. Continua a tenere banco la sfida tra Massimiliano Fenu e Mirco Sadler nella 600 Base, dove sarà il #77 a scattare davanti al rivale per il titolo.

CIV Minimoto: Fino e Fucci i primi campioni