Dopo una mattinata dedicata alle qualifiche, il Misano World Circuit Marco Simoncelli ha ospitato nel pomeriggio le gare sprint dei trofei che compongono il palinsesto della Coppa Italia, emettendo i primi verdetti del weekend.

SSP300, tragedia a Jerez: Dean Berta Vinales non ce l'ha fatta

Yamaha R3 Cup


Pole position e vittoria: è il bottino centrato da Diego Palladino in gara 1 della Yamaha R3 Cup, bravo a staccare gli inseguitori nell’ultimo giro della corsa. Secondo Domenico Passanisi davanti a Emiliano Ercolani, a lungo protagonisti di un duello con lo stesso Palladino per la vittoria. Da segnalare l’ottima settima posizione assoluta di Roberta Ponziani, wild card proveniente dalla Women’s European Cup.

Dunlop Cup


Nella classe 1000 c’è un solo dominatore, che corrisponde al nome di Andrea Boscoscuro. Nonostante una partenza poco efficace, l’alfiere Yamaha è riuscito a recuperare velocemente la testa della classifica, precedendo Diego Pellizzoni con un vantaggio superiore ai 2 secondi. Terzo Elia Crotta. Il migliore nella categoria Rookie è stato Andrea Giacomelli, andando così a conquistare il titolo di campione 2021 della categoria.

La 600 è stata vinta da Matteo Ceccarelli del Team Alfonsi Racing davanti a Riccardo Picciuto e Giancarlo Cerullo. Niccolò Sighieri, 11° assoluto, è il primo nella Rookie.

Trofeo Italiano Amatori


La rassegna del trofeo dedicato agli amatori è stata aperta dalla Superior Cup, che ha regalato un risultato ‘a sorpresa’. Il poleman Marco Contu ha dovuto accontentarsi del quarto posto finale, arrivato al termine di una gara tiratissima che ha visto i primi 4 racchiusi in 8 decimi. La vittoria è andata a Luigi La Placa seguito da Filippo Marino e Angelo Raffaele Rubino.

La prima manche della 1000 Base è stata divisa in due da una bandiera rossa che ha costretto i Commissari a ridurre la durata di questa e delle gare successive a 5 giri. Al termine di una dura contesa a vincere è stato Leonardo Fanizzi seguito dal poleman Luca Pelabasto e Michele Luciani.

La 1000 Avanzata è stata dominata da Domenico Di Marco, in testa dall’inizio alla fine con la ciliegina sulla torta data dal giro più veloce. Un successo che ha permesso al pilota #96 di aggiudicarsi il titolo di campione con una gara d’anticipo. Marco Puglisi ha dovuto accontentarsi del secondo posto davanti a Francesco Neri.

Incertissima la 600 Pro, vinta da Massimo Gamba su Francesco Amati. Roberto Ferrara, terzo all’arrivo, ha dovuto dire addio a ogni possibilità di vittoria a causa di un errore alla Quercia quando mancavano poche curve alla bandiera a scacchi. Scintillante lo spettacolo offerto dalla 600 Base, con protagonisti assoluti Massimiliano Fenu e Mirco Sadler. A spuntarla è stata la Yamaha #77 di Fenu.

La giornata del Trofeo Amatori è stata completata dal primo turno di qualifica riservato alla Rookie Challenge, comandato da Fabio Carminati su Simone Gallo e Daniele De Angelis. 

Pirelli Cup


Nella categoria 600 vittoria per un ex nome noto del Motomondiale, quel Fabrizio Lai capace di portare la sua Yamaha del team Speedybike alla vittoria davanti a Niccolò Castellini e Lorenzo Petrarca. Fuori dal podio per soli 97 millesimi Nicola Charini. Con il risultato odierno, Castellini si è laureato campione. 

Emozioni a non finire anche nella 1000, dove Alex Bernardi ha strappato il successo a Fabrizio Perotti proprio negli ultimi metri della corsa al termine di una lotta serratissima. Terzo posto per Alessandro Delbianco davanti a Doriano Vietti-Ramus e Alessio Velini, risultati che lasciano aperti i discorsi per il titolo.

SSP, Sofuoglu: "Bene la nuova Supersport, ma Kawasaki ha bisogno di una nuova moto"