Nel 2015 la Suzuki ha fatto debuttare la GSXS1000. Ora la maxi naked di Hamamatsu è stata rinnovata. Tecnicamente il cambiamento parte dall’omologazione Euro 5 del motore; esteticamente, dal faro anteriore a LED. Tre le colorazioni disponibili: il blu, il grigio opaco e il nero. In Italia la moto sarà venduta con cover monoposto a 13.190 Euro franco concessionario.

Nel motore della GSX-S1000 cambiano il profilo degli alberi a camme, l’impianto di scarico e la scatola del filtro dell’aria. Il Suzuki Clutch Assist System (SCAS) aggiunge una funzione di assistenza alla frizione antisaltellamento del modello precedente e rende più leggero l’azionamento della leva. La naked di Hamamatsu è inoltre dotata del Suzuki Intelligent Ride System (SIRS), che integra numerosi sistemi elettronici.

Cose di Case: una 1290 Super Duke.. Bestiale!

Tanta elettronica


Il comando dell’acceleratore elettronico ride-by-wire s’interfaccia con il Suzuki Drive Mode Selector (SDMS), che consente di scegliere in ogni momento tra tre modalità con caratteristiche di erogazione diverse e di adeguare così la
risposta del motore alla situazione da affrontare o allo stile di guida. Cinque sono invece i settaggi previsti per il nuovo Suzuki Traction Control System (STCS), che è disattivabile, proprio come il nuovo Bi-directional Quick Shift System.

La GSX-S1000 monta di serie anche i sistemi Suzuki Easy Start e Low RPM Assist, che rendono più agevoli avviamenti e partenze. Il manubrio si allarga di 23 mm, ha le estremità leggermente rialzate rispetto al passato e si avvicina al piano
della sella per 20 mm, a sua volta ridisegnata per offrire un maggiore supporto nella zona posteriore.

Il telaio mantiene la tipica struttura a doppia trave d’alluminio, che collega in modo diretto il cannotto di sterzo al perno del forcellone, derivato da quello della GSX-R1000. Le sospensioni sono completamente regolabili nel precarico
molla e nell’idraulica e hanno una taratura inedita, messa a punto in base alle caratteristiche dei nuovi pneumatici radiali Dunlop Sportmax Roadsport 2 sviluppati ad hoc per la GSX-S1000. Le prime consegne sono in programma per il mese di giugno. Prima di allora gli appassionati potranno vedere la moto in occasione delle tappe GSX-S1000 Première Show, un road show che prevede 17 eventi presso altrettanti concessionari ufficiali della rete Suzuki. In ciascuno di questi appuntamenti ci sarà un’area dedicata all’interno del salone.

TheTest: Aprilia Tuono 660, molto più che una naked