L’ultima volta lo abbiamo visto nei panni di team manager del team HRC per l’All Japan Superbike e la 8 ore di Suzuka, ma in passato è stato un pilastro di Honda nel Motomondiale, con la quale ha fatto tutta la trafila dalla 250 alla MotoGP passando per la 500. 

Stiamo parlando di Tohru Ukawa, un pilota che ha raggiunto come massimo risultato in carriera nel Motomondiale il secondo posto in 250 nel 99 alle spalle di un certo Valentino Rossi, ma che nel suo palmares annovera ben 5 vittorie alla mitica 8 ore di Suzuka. 

Gli inizi


Nato a Chiba il 18 maggio 1973, come tanti suoi colleghi connazionali esordisce nel campionato nazionale di velocità, categoria 250, vinto per ben tre volte, nel 1991, nel 1993 e nel 1994, e restandoci anche nel 1995 prima di passare in pianta stabile nel Motomondiale nel 1996.

Il Motomondiale – 250


Esordisce nel Motomondiale in 250 con una Honda NSR250 come wild card nella gara di casa nel 1994 cogliendo subito il podio. L’anno dopo replica la wild card, sempre in Giappone, senza però ottenere punti.

Nel 1996 viene promosso in pianta stabile in 250 con il team Benetton Honda. Chiude al quinto posto in campionato con 142 punti ed il secondo podio di carriera ad Imola.

La stagione 97 si chiude proprio come la precedente, quinto posto assoluto, ma con più punti, 173, e più podi, 5 (Giappone, Imola, Brasile, Barcellona, Indonesia)

Per la stagione 98 rimane con il team Benetton Honda. Chiude al quarto posto dietro alle tre Aprilia di Capirossi, Rossi ed Harada centrando due soli podi.

Nel 99 passa al team Shell Advance con l’obiettivo di vincere finalmente il titolo. Tohru però si scontra con un Valentino Rossi altrettanto voglioso di vincere il campionato. Il titolo 99 diventa in effetti una questione privata tra loro due: a vincere alla fine sarà Rossi con Ukawa secondo con 261 punti, 2 vittorie ed 11 podi.

La stagione 2000 lo vede rimanere in 250 sempre con il team Shell Advance. Chiude al quarto posto con 239 punti, 2 vittorie e 9 podi complessivi. 

La 500


Nel 2001, ultimo anno della gloriosa 500 2T, passa al team ufficiale Repsol Honda. Chiude al decimo posto con 107 punti ed il solo podio in Sudafrica alle spalle di Rossi e Capirossi. 

La MotoGP


Nel 2002 rimane nel team Repsol venendo affiancato dal suo ex rivale in 250 nel 99, ovvero Valentino Rossi, entrambi con le nuove RC211V a 4T. Tohru vince in Sudafrica battendo proprio il compagno di box ma chiude terzo in campionato dietro a Valentino e Biaggi.

Nel 2003 passa al team Pons Honda. E’ l’ultima stagione in carriera per il giapponese che chiude all’8° posto con 123 punti ed un quarto posto a Jerez come miglior risultato in gara.

Farà poi tre wild card tra il 2004 ed il 2005 raccogliendo un solo punto

L’EWC


Nella carriera di Ukawa, da buon giapponese, trova spazio, la mitica 8 ore di Suzuka, disputata e vinta in ben 5 occasioni. Le prime due le vince nel biennio 97-98 in coppia con Itoh, nel 2000 in coppia con Kato e nel biennio 2004-2005 prima con Izutsu e poi con Kiyonari.

Gli ultimi anni


Dopo la gara di Valencia del 2003, Ukawa ha annunciato il ritiro dalle competizioni come pilota titolare, restando però legato ad Honda come test rider e dedicandosi poi alla crescita dei ragazzini nel vivaio Honda.

Nel 2018 torna come team manager di HRC all’All Japan Superbike e alla 8 ore di Suzuka (vinta però da Yamaha).