Cose di Case: Yamaha Niken e Wonder Italy

Cose di Case: Yamaha Niken e Wonder Italy© Yamaha Motor

La Yamaha con tre ruote: un’ottima scelta per seguire eventi di sport e tursimo

10 giugno 2022

Correva l’anno 2010 quando, in sella a una Yamaha FZ6, partecipai alla tappa del Giro d’Italia che prevedeva l’arrivo sul Terminillo. Ricordo come fosse ieri il meteo terribile di quella giornata, le strade in discesa piene di foglie umide, su cui i fenomeni del ciclismo viaggiavano a velocità indescrivibili! Molti anni più tardi, provai un’altra Yamaha, la Niken e uno dei miei primi pensieri fu: “Questa sarebbe perfetta anche come moto dello staff agli eventi di turismo e al Giro d’Italia, così, finalmente gli operatori video non rischierebbero di cadere!”.

Cose di Case: le KTM da Cross per il 2023

Le tappe di Wonder Italy


In effetti, oggi, uno dei canali scelti dalla Yamaha per dare visibilità al progetto Niken sono proprio le grandi corse a tappe; non soltanto il Giro d’Italia ma anche il Tour de France e la Vuelta di Spagna. Grandi eventi ma, come detto, anche manifestazioni turistiche dedicate ai motociclisti. Tra queste, mi fa piacere segnalare Wonder Italy; mi fa piacere segnalarla sia perché collegata a un’attività che dà risalto alla bellezza del nostro Paese, che per l’importante presenza femminile alla manifestazione.

Domenica 29 maggio, da Castiglione del Lago (PG), è partito l’evento Wonder Italy, un viaggio che attraversa l’Umbria, la Toscana, le Marche e l’Emilia-Romagna.  Ultima tappa di nuovo in Umbria, a Montefalco, il 2 giugno. Sono cento (per scelta degli organizzatori) le moto iscritte (il 40% sono guidate da donne). Il prologo, a Castiglione del Lago, è avvenuto in concomitanza con l’Assemblea Internazionale dei “Borghi più belli del mondo”, cui partecipano rappresentanti di undici Nazioni. Da Castiglione del Lago la tappa di domenica 29 maggio ha portato Wonder Italy a Loro Ciuffenna (AR), dopo una sosta ad Anghiari.

Solidarietà


Il tracciato del 30 maggio (seconda tappa): da Loro Ciuffenna a Palazzuolo sul Senio, con arrivo a Dozza (BO). Il 31 maggio da Dozza a Brisighella, con arrivo a San Giovanni in Marignano (RN). Il 31 maggio è stato anche il giorno in cui i partecipanti hanno conosciuto da vicino il circuito di Misano Adriatico. La quarta tappa è partita da Gradara e, passando per Sassoferrato, è arrivata a Treia (MC). Il 2 giugno, Wonder Italy la conclusione con la tappa Treia-Montefalco.

È importante segnalare che il progetto di solidarietà di questa edizione è stato dedicato al Reparto Oncologico dell’Ospedale Santa Maria di Terni e alla Fondazione Ieo-Monzino.

Cose di Case: il tema carburante e le accise

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi