Giri e Gare: Garfagnana, il paradiso dietro la Versilia

Giri e Gare: Garfagnana, il paradiso dietro la Versilia

Se siete in vacanza tra Viareggio e Marina di Massa, non perdete l’eccitante giro che vi proponiamo

Da Gragnana, pochi chilometri e si raggiunge il centro di Massa. per poi inoltrarsi nel territorio della Garfagnana seguendo le indicazioni per San Carlo Terme-Piano della Fobia. Il tracciato, circondato da una vegetazione rigogliosa e dalle cime aguzze delle montagne, in questo primo tratto si snoda stretto e tortuoso tra curve e tornanti. Superata la località di Altagnana, a pochi km da Piano della Fobia, la strada si apre, concedendo qualcosa in più alla guida sprint (a patto di prestare attenzione agli avvallamenti dell’asfalto). L’arrivo al Passo del Vestito, a 1151 metri sul livello del mare, segna il passaggio dalla provincia di Massa a quella di Lucca.

Giri e Gare: magie di Lucania

Barga e Ponte della Maddalena


Si avanza “a tutta piega” fino al bivio con la strada che sale da Serravezza, e seguendo le indicazioni per Castelnuovo di Garfagnana, si doppia il pittoresco lago di Isola Santa. Ci troviamo su uno dei tratti più tecnici e spettacolari dell’intero percorso: oltre quindici chilometri di curve per palati fini, e con ottimo asfalto, che esaltano il piacere di autentico di guidare la moto. Il Duomo di San Pietro e Paolo, la veduta dal ponte di Santa Lucia, la “Porta di Castruccio”, le botteghe artigiane del centro storico, il teatro Alfieri, la Rocca Ariostesca e l’imponente Fortezza di Mont’Alfonso, sono le cose da non perdere a Castelnuovo di Garfagnana. Dopodiché, si avanza seguendo le indicazioni per Barga lungo la SR445 della Garfagnana. Siamo nella valle del Serchio, che segna in maniera netta il confine tra le Alpi Apuane e la Garfagnana; tra le strade del marmo, e quelle del biroldo (un tipico insaccato locale).

Barga è un meraviglioso borgo in posizione arroccata a cui Giovanni Pascoli (che visse qui vicino, a Castelvecchio) dedicò alcuni splendidi versi: “Al mio cantuccio, donde non sento se non le reste brusir del grano, il suon dell’ore viene col vento dal non veduto borgo montano…”. Si prosegue in direzione Fornaci di Barga, per scendere nuovamente verso il Serchio e risalire a Bagni di Lucca (accogliente località termale), da cui si imbocca la statale 12 dell’Abetone: ottimo asfalto e belle curve fino a Lucca.

Prima però, non può mancare un saluto al caratteristico ponte del Diavolo, in località Ponte della Maddalena. Come anche una passeggiata sulle imponenti mura della città. Lungo il perimetro, merita una sosta Palazzo Pfanner, set di numerosi film come “Il Marchese del Grillo” e “Ritratto di Signora”, con Nicole Kidman e John Malkovich. All’interno delle mura, il centro storico di Lucca conserva uno scrigno di tesori inestimabili: piazza dell’Anfiteatro, le torri delle Ore e Guinigi, il Duomo di San Martino, soltanto per citarne alcuni. Da qui, in pochi km si raggiunge facilmente la costa dorata della Versilia per qualche istante di relax.

Giri e Gare: Dolomiti, una boccata d'aria fresca

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi