Manubri Larghi: la piramide formativa dello Speedway polacco

Manubri Larghi: la piramide formativa dello Speedway polacco

La Polonia vara il progetto Ekstraliga 3.0, per dare impulso al suo vivaio

21 settembre

Alla prossima stagione, nella Nazione in cui si vive di Speedway per trecentosessantacinque giorni l’anno, partirà un progetto denominato Ekstraliga 3.0, mirato a centralizzare un piano di crescita e formazione peer i bambini e ragazzi attraverso l’istituzione di una piramide di allenamento che prevede quattro fasi per fasce di età, con una figura tecnica di riferimento. Si tratta di una vera e propria rivoluzione, che garantirà l’afflusso di nuovi piloti e si pone come obiettivo primario quello di abbassare l’età media delle formazioni della Ekstraliga.

Manubri Larghi: Alessandro Sanchioni, che rivelazione

Com'è strutturato 


Grazie a un nuovo contratto stipulato con un broadcast televisivo, economicamente molto vantaggioso, i club del più prestigioso campionato del Mondo a squadre investiranno oltre tre milioni di zloty, pari a settecentomila Euro, per la crescita del proprio vivaio. Ma non è tutto: sempre dal prossimo anno, ogni club dovrà allestire una seconda squadra con piloti che vanno dai 16 ai 24 anni, che parteciperà a un campionato dedicato, denominato Ekstraliga Under 24. Al fine di garantire un livellamento dei club partecipanti è stata definita una regola che impone a ogni squadra di schierare piloti che nella stagione precedente della Ekstraliga (se vi hanno preso parte) hanno ottenuto una media punti per batteria pari o inferiore a uno e mezzo.

Entrando nel dettaglio della piramide formativa, alla base ci sono le Pit Bike con bambini che dai sei anni in su potranno prendere parte ai corsi teorici e pratici che i tecnici dedicati di ogni club impartiranno. Sarà istituita una competizione di categoria alla quale potranno prendere parte i talenti in erba dagli otto ai dieci anni. Il secondo step prevede il passaggio alla classe 125, a partire dall’età di otto anni, potendo “rubare” i migliori giovani alla Pit Bike. Anche in questa categoria si disputeranno gare alle quali potranno prendere parte giovani dai 10 ai 12 anni. Il terzo step formativo è quello in cui si comincia a fare sul serio, ed è la classe 250, con l’arruolamento piloti a partire dagli 11 anni, gare dai tredici ai quattordici anni. Infine, al vertice della piramide chiaramente c’è la classe 500: potranno salire sulle monocilindriche “senior” i giovani dai 14 anni in avanti, gare dai 15 in su e, come detto, la possibilità di essere inseriti nella squadra Under 24 del proprio club a partire dai 16 anni.

Dai 16 anni, infine, i migliori piloti potranno essere reclutati nel team principale. Centralizzare il processo di formazione aumenterà indubbiamente il livello di qualifica e professionalità del personale addetto all’insegnamento della disciplina. Ci saranno regole di sicurezza chiare e definite in ciascuna delle quattro fasce di apprendimento, un supporto medico presente, oltre che nelle gare, in tutte le sessioni di allenamento di ogni classe. Si prospetta un futuro a breve-medio termine che, se verranno mantenute le attese, sarà roseo per il movimento del controsterzo in Polonia, che già oggi può vantare una serie impressionante di piloti di altissimo livello.

Rimanendo nella Ekstraliga, ci sarà un’altra importante novità a partire dal 2022: ogni club dovrà dotarsi di teloni copripista per proteggere il terreno dalle piogge e dalle intemperie meteorologiche. Un esborso economico che si aggira sui 200.000 Euro, ma al contempo ridurrà sensibilmente il rinvio delle gare per maltempo. Ne abbiamo avuto prova nei recenti Grand Prix a Lublino e Malilla: senza i teloni che drenavano l’acqua nelle canaline di scolo preposte, le gare sarebbero state posticipate. Particolare non secondario, per stendere e ripiegare la copertura intorno agli ovali devono essere impiegati diversi addetti di pista che ogni club dovrà necessariamente assoldare e formare adeguatamente. I vertici della Ekstraliga non ammetteranno deroghe dal 2022: i teloni copripista dovranno essere acquistati e utilizzati, quando necessario, da ciascun club, pena l’esclusione dalla competizione.

Manubri Larghi: TrialGP, come allevare i campioni?

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi