Assen – Come da pronostico, la gara della classe Superstock 1000 di Assen è stata dominata da Maxime Berger (Honda), nuovo leader del campionato, che ha preceduto Xavier Simeon (Ducati) e Sylvain Barrier (Yamaha). Scattato dalla pole, il francese si era complicato la vita partendo male, andando dritto una volta e poi toccando un avversario che lo precedeva. Ripresa un po' di tranquillità, ha iniziato a macinare giri veloci (suo il nuovo record in 1'42"046) e rivali, fino a portarsi in testa nel corso del quinto giro. Da lì in poi è stata una cavalcata trionfale.

Al quarto posto si è piazzato Javi Fores (Kawaasaki) che ha preceduto Claudio Corti (Suzuki), mai competitivo, che ha finito per perdere anche le leadership di campionato. Solo ottavo Davide Giugliano (MV Agusta). Partito malissimo dalla prima fila, era transitato 15esimo al primo passaggio. Ha iniziato a rimontare con decisione fino al sesto posto ma ha consumato le gomme e negli ultimi due giri ha perso due posizioni. Tra i piloti italiani, a punti anche Daniele Beretta (Ducati) e Andrea Antonelli (Yamaha).