Monza - Anche la Supersport ha il suo piccolo Ben Spies. Non viene dagli States ma dall’Inghilterra, anche lui guida una Yamaha e ha davanti un obbiettivo da centrare al più presto: vincere il Mondiale e guadagnarsi la SBK che aveva già assaggiato, con la Honda ufficiale, lo scorso anno nella serie britannica.

Crutchlow e Foret, con le Yamaha ufficiali, anche stavolta imprendibili a Monza, si sono trovati nuovamente ai ferri corti. Ma Cal, 23 anni, stava solo giocando e quando ha voluto ha salutato la scomoda compagnia ed è andato a prendersi la seconda vittoria in carriera, consolidando il primato nel Mondiale. Foret invece è finito nelle grinfie degli inseguitori, finendo beffato in volata da Juan Lascorz.