VALENCIA (Spagna) Max Biaggi, ripartito da Valencia senza aver percorso neanche un chilometro in due giorni causa maltempo, temeva che Ducati e Bmw – rimaste in pista anche oggi– potessero trarre vantaggio dal miglioramento annunciato dal meteo. In realtà anche l’ultima giornata dei test Superbike è già andata persa per metà. Al mattino la pista si è presentata ancora umida in trattiettoria e la temperatura rigidissima (appena 5°C alle 11 nonostante il sole) non aiuta.

Risultato: alle 12:30 i piloti di Ducati ufficiale (Haga e Fabrizio), Bmw (Corser e Xaus), Ducati Althea (Checa e Byrne) e Ducati Guandalini-Borciani (Smrz) non avevano percorso neanche un giro. Tutti aspettano che la pista si asciughi. “Oggi almeno c’è il sole” commenta Alberto Colombo, capo meccanico di Noriyuki Haga “e pensiamo che intorno alle 13 riusciremo ad accendere i motori e a fare qualche giro in condizioni di tracciato almeno sufficiente”. Ieri Haga aveva percorso appena 19 passaggi, il migliore in 1’37” cioè a oltre tre secondi dal primato ufficioso realizzato da Biaggi lo scorso dicembre in 1’33”8.

A Valencia ci sono anche due formazioni Moto2: la Tech3 con Raffaele De Rosa e Yuki Takahashi e il team Pons (telaio Kalex) con Sergio Gadea e Axel Pons.

Paolo Gozzi