VALENCIA (Spagna) Carlos Checa è rinato ed ha stampato, a sorpresa, un tempo strepitoso nell’unica mezza giornata di test che il maltempo ha concesso ai team Superbike che hanno fatto tappa a Valencia di ritorno da Portimao, dove si è girato lo scorso week end.

Il catalano, per la seconda volta sulla Ducati gestita da una squadra nata da un paio di mesi – la Althea Racing – ha girato in 1’33”8, ad un solo decimo dal primato ufficioso realizzato da Max Biaggi lo scorso dicembre. Stavolta le condizioni del tracciato, rimasto umido fino alle 13, non erano certo ideali come allora, anche per il freddo (10°C aria, 13°C sull’asfalto). Quindi la prestazione di Carlos, più veloce degli ufficiali Haga e Fabrizio, acquista particolare rilievo.

Ho fatto anche un ottimo passo, non credevo neanche io di prendere la mano così in fretta con la F10” racconta Checa. “Sono felice per e per la squadra, che è appena partita e ha già in mano un risultato che fa clamore. Ho utilizzato una copertura da gara abbastanza soffice, con questo freddo si è rovinata dopo pochi giri ma quando torneremo per la gara (11 aprile, ndr) sicuramente le condizioni saranno più favorevoli.

Haga ha pagato due decimi, Fabrizio cinque: la Ducati però non si scompone perché le prestazioni della formazione satellite fanno gioco, dimostrando la competitività complessiva della 1098. Per adesso...

La marca italiana ha brillato anche con Byrne, autore di un convincente 1’34”0, la stessa prestazione di Noriyuki. Ottimo rientro anche per Jakub Smrz sulla 1098RS del team Guandalini-Borciani che non dispone – a differenza di Althea – dell’elettronica più evoluta con il ride by wire.

Bocciata anche stavolta la Bmw ancora alle prese con tanti problemi di messa a punto. Corser si è fermato a 1’35”3, tre decimi meglio del compagno Xaus. La strada dei tedeschi è sempre in salita e per adesso la cura Tardozzi non ha sortito alcun effetto.

In pista anche le S1000RR affidate a Badovini e Beretta: il primo, che farà anche il tester SBK, ha ottenuto un brillantissimo 1’37”7, vicino al primato.

Peccato non fosse in pista l’Aprilia con Max Biaggi che oggi ha dovuto partecipare alla convention dei concessionari europei a Montecarlo.
Quando saprà oggi c’era il sole e gli avversari hanno girato così forte non sarà tanto contento...

I tempi finali:

1. Checa (Spa-Ducati) 1’33”8
2. Haga (Gia-Ducati) 1’34”0
3. Byrne (GB-Ducati) 1’34”0
4. Fabrizio (Ita-Ducati) 1’34”3
5. Smrz (Cze-Ducati) 1’34”7
6. Corser (Aus-Bmw) 1’35”2
7. Xaus (Spa- Bmw) 1’35”5.

STOCK:

1. Badovini (Bmw) 1’37”7
2. Beretta (Bmw) 1’38”9

Paolo Gozzi